Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Guadagnolo ricorda i caduti delle guerre e il sacrificio di don Pasquale


Oggi toccante commemorazione nel centro abitato più alto del Lazio

Oggi, a Guadagnolo, organizzata dall’Associazione Guadagnolo insieme nel tempo, si è svolta la Cerimonia di commemorazione dei caduti guadagnolesi nelle due guerre mondiali e nella lotta di liberazione dalle truppe nazifasciste.
La cerimonia ha visto la partecipazione della popolazione e delle delegazioni ANPI della Provincia di Roma, Colleferro, Labico, Palestrina, Zagarolo, Genazzano, Tivoli e Ciampino.
Dopo la Messa in ricordo dei caduti, ha preso la parola il Sindaco Francesco Colagrossi che ha richiamato i valori fondanti della convivenza democratica e inviato le Istruzioni internazionali a fare sentire la loro voce sulla tragedia afgana di questi giorni.
È seguito l’intervento del partigiano Angelo Nazio, presidente onorario dell’ANPI di Ciampino che con grande commozione ha raccontato la scelta di aderire alle formazioni partigiane operanti a Roma nella lotta di liberazione.


Mario Rencricca, presidente onorario dell’associazione Guadagnolo insieme nel tempo,ha ricordato il sacrificio di Don Pasquale Buttarazzi, medaglia d’argento al valor militare, che il 25 ottobre 1943 fu trucidato dalle truppe nazifasciste.
Egli operava generosamente per dare assistenza ed aiuto alle formazioni partigiane che operavano in zona.
Infatti la Commissione regionale abruzzese, il 15 settembre 1948, riconobbe a don Pasquale la qualifica di partigiano combattente.e la Presidenza del consiglio dei ministri gli conferi’ alla memoria il dono di ” presente alle bandiere.”
A conclusione della manifestazione la popolazione di Guadagnolo, le delegazioni ANPI presenti, il sindaco Colagrossi e alcuni cittadini di Poli si sono recati a rendere omaggio al luogo dell’uccisione di don Pasquale.
Il presidente della associazione Guadagnolo insieme nel tempo Maria Lia Paolacci ha auspicato una stretta collaborazione con ANPI per una ricostruzione storica puntuale ed esaustiva dell’uccisione e per la valorizzazione di una figura di sacerdote e di uomo, capace di parlare alle giovani generazioni.

24 Agosto 2021
Tendenze del settore dei giochi che guidano l’innovazione
26 Agosto 2021
Domani a Zagarolo la conferenza spettacolo su Alda Merini

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *