Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Il Festival del libro itinerante fa tappa a Castel San Pietro

a cura della redazione

 

Dopo l’inaugurazione avvenuta a Palestrina il 30 aprile presso il Foro di Preneste alla presenza delle associazioni organizzatrici, di numerosi rappresentati delle istituzioni locali dei Comuni interessati e di Marika Rotondi neoeletta alla Regione, il Festival è proseguito il 6 maggio a Labico con la presentazione del libro di Marco Nardi e Letizia Palmisano “Le 10 idee per salvare il pianeta prima che il cioccolato sparisca”.

Kai Poke Palestrina
a Palestrina

Il festival il 13 maggio farà tappa a Castel San Pietro dove verrà presentato il libro di Maddalena Spezzini “La Magia del Cinema”.

Questo evento fa parte dei festeggiamenti  che il Comune di Castello sta dedicando al settantesimo anniversario dall’uscita nelle sale del film “Pane, amore e fantasia” di Vittorio De Sica, con Gina Lollobrigida, film che è stato girato proprio a Castello. Oltre al libro il Festival del libro Itinerante presenterà un documentario, curato da Timoteo Salomone, ex cineoperatore Rai,  in cui saranno presenti con i loro ricordi chi partecipò al film come comparsa e a ricordare quell’epopea del “neorelismo rosa” la presenza in video di Vincenzo Mollica

Perché un festival del libro itinerante?

Nelle intenzioni di chi lo ha organizzato, la sezione giovani del Circolo Culturale Prenestino Roberto Simeoni APS, da un’idea del suo responsabile Matteo Pellegrini,  in collaborazione con le associazioni giovanili dei comuni interessati, Forum dei Giovani di Labico, Pro Loco Castel San Pietro Romano, Consiglio dei giovani di Palestrina, Consiglio dei giovani di Cave, Consiglio dei giovani di Zagarolo, Comune di Genazzano, il Festival intende diffondere la conoscenza dei contenuti dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, un programma volto alle persone, al pianeta e alla prosperità.

I 17 obiettivi fanno riferimento ad un insieme di questioni importanti per lo sviluppo che prendono in considerazione in maniera equilibrata le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile, economica, sociale ed ecologica, e mirano a porre fine alla povertà, a lottare contro l‘ineguaglianza, ad affrontare i cambiamenti climatici, a costruire società pacifiche che rispettino i diritti umani.

La volontà degli organizzatori è quella di coinvolgere le realtà giovanili dei Comuni interessati, organizzando in ogni Comune la presentazione di un libro, attinente al tema scelto, con la presenza di esperti del settore.

 Dopo Castel San Pietro Romano il Festival toccherà:

a Palestrina

il 27 maggio Genazzano, con  Riccardo Noury, portavoce  di Amnesty International Italia, con il libro “La stessa lotta, la stessa ragione. Storie di donne per i diritti umani”;

il 10 giugno sarà a Zagarolo dove Rossana Carturan presenterà “La Fabbrica” in dialogo con Giorgio Benvenuto, Presidente della Fondazione Bruno Buozzi, e sindacalista UIL all’epoca dei fatti narrati nel libro;

il 24 giugno a Palestrina Sandro Marenco con il libro “Dillo al prof” dialogherà con la psicologa Elisa Buttarelli e la pedagogista Vanessa Maccaroni, moderatore Matteo Pellegrini;
il 30 giugno a Cave Laura Dalla Ragione e Raffaella Vanzetta presentano “Social fame. Adolescenza, social Media e disturbi alimentari”. Ne parleranno con l’Associazione Alimenta di Roma

Il festival terminerà il suo tour facendo tappa nuovamente a Palestrina, il 1o luglio, dove si trarranno le conclusioni sul tema della “cittadinanza attiva” alla presenza di Giampaolo Nardi, sindaco di Castel San Pietro Romano e vice presidente ANCI Lazio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: