Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Il sangue delle donne, gli studenti del liceo Borsellino Falcone di Zagarolo incontrano De Gioia e Pannitteri

a cura della redazione

“Il sangue delle donne. Tragedie senza fine”. È questo il titolo del libro di Valerio De Gioia, magistrato e consigliere della Corte d’Appello di Roma e Adriana Pannitteri, giornalista e scrittrice, che sarà presentato per prima volta venerdì prossimo agli studenti del liceo Borsellino Falcone di Zagarolo. L’appuntamento è alle 10 presso la palestra dell’istituto di Colle dei Frati.

Un’occasione di riflessione approfondimento per gli studenti sulla tematica della violenza di genere e sulla piaga dei femminicidi in Italia.

Negli ultimi anni abbiamo acquisito una consapevolezza: troppe donne muoiono per mano dei loro compagni. Chi si salva ha sul proprio corpo ferite profonde e devastanti, reclama giustizia e lotta perché non ci siano altre vittime. Le leggi, come il Codice Rosso, hanno posto al centro della politica e dell’opinione pubblica il tema, ma sono ancora troppi i nodi scoperti.

L’incontro è stato curato dal professor Marcello Zappia, docente di religione e referente della Legalità, e dalle professoresse e Franca Taraborelli Maria Rosaria Minotti ed e’ stato subito accolto con favore dalla preside dell’istituto Manuela Cenciarini, sempre molto sensibile alle tematiche della Legalità e dell’educazione civica con la promozione di numerosi eventi e iniziative.

All’evento prenderanno parte il sindaco di Zagarolo Emanuela Panzironi, le autorità locali, i comandanti dei carabinieri delle stazioni di Palestrina e Zagarolo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: