Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

La ciambella degli sposi di Castel San Pietro Romano entra nelle De.Co


L’orgine antica e le proprietà organolettiche di un dolce unico

Nel Consiglio comunale di domani 28 luglio, il Comune di Castel San Pietro Romano approverà il riconoscimento da parte di Anci Lazio della “Ciambella degli sposi” come nuovo prodotto di ordine comune della regione.

La Ciambella degli Sposi di Castel San Pietro Romano è un prodotto tipico realizzato, sin dal 1700, in occasione dei matrimoni. La lavorazione è piuttosto lunga e laboriosa e dura per due intere giornate. Il primo giorno si prepara un primo impasto con uova, farina, pochissimo zucchero e olio extra vergine di oliva che viene poi lasciato riposare una notte. Si provvede quindi a un secondo impasto aggiungendo le uova e mettendolo sulla spiana, “scaldando” la pasta con olio extra vergine di oliva. La pasta viene quindi divisa in tre parti che vengono arrotolate con le mani a formare delle palline. Si procede quindi a fare il buco centrale, a immergere la ciambella nello zucchero e ad infornare.

IL PRODOTTO
La Ciambella degli Sposi di Castel San Pietro Romano, contraddistinta dalla forma rotonda, ha un colore marrone scuro non uniforme. L’elevata intensità olfattiva si caratterizza per le pronunciate note di uovo, abbinate a sentori di olio e di tostato. Al gusto si presenta dolce con una leggera nota salata. Croccante e morbido al contempo, ha una media persistenza aromatica.

27 Luglio 2020
Tasse invariate e 500mila euro per le scuole: il bilancio di San Cesareo
27 Luglio 2020
Nuove guide e letture animate, il nuovo bilancio del Sistema bibliotecario Prenestino

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *