Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

“La città. I paesaggi”. Le opere di Luigi Proietti in mostra a Palestrina dall’8 al 18 dicembre

di Laura Ferri

Non tutti gli artisti hanno il dono di rapire, di trascinare chi guarda l’opera dentro la tela.

Lui si. I suoi quadri non solo parlano, a volte suonano, e non ci vuole grande fantasia per sentire la loro musica.

Sono espressivi, coinvolgenti, nello stesso tempo pieni di armonia ed energia.

Il prenestino Luigi Proietti espone i paesaggi e gli scorci di Palestrina e del territorio circostante nella sua prima mostra personale: “La città. I paesaggi”, in programma dall’8 al 18 dicembre 2022 presso la Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina (vicolo Pierluigi 3 a Palestrina).

A Palestrina - Scopri il menù

Disegnare e dipingere è da sempre la sua più grande passione.

Fin dalle scuole medie il Professor Domenico Rosicarelli, insegnante di educazione artistica, nota in lui la vena artistica e il talento per il disegno.

Vorrebbe frequentare il liceo artistico Luigi ma, per ragioni pratiche, viene indirizzato all’Istituto per Geometri di Palestrina, continuando però da autodidatta ad inseguire la sua passione.

Passano gli anni, e se il suo percorso lavorativo e gli impegni familiari riducono il tempo per la sua attività artistica, Luigi riesce comunque a ritagliarsi scampoli di tempo per dedicarsi alla sua passione.

Oggi è un nonno in pensione. Ha ripreso a disegnare a pieno ritmo con china, matite e penne a biro colorate.

Le sue opere dallo stile pulito e i colori decisi, donano un velo poetico di ricordi, un punto di vista nuovo di angoli e paesaggi del territorio prenestino che vale la pena di andare a scoprire da vicino.

Sarà possibile visitare la personale dell’artista dall’8 al 18 dicembre 2022 (Martedì ore 9.30 – 13.30 | Mercoledì ore 9.30 – 13.30 e 14.30 – 17.30 | Giovedì ore 9.30 – 13.30 e 14.30 – 17.30 | Venerdì ore 9.30 – 13.30 | Sabato e Domenica  ore 9.30 – 12.30).