Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

La Roma-Cassino è un incubo: un’altra giornata di disagi

a cura della redazione

 

Un’altra giornata di disagi quella dei lunedì 13 novembre sul posto di lavoro, all’università, alle famiglie, per migliaia di nostri concittadini che quotidianamente, con tanti sacrifici, utilizzano i treni in partenza e di ritorno dalla Capitale. In prevalenza lavoratori e studenti logorati da ritardi, cancellazioni, mezzi sostitutivi insufficienti o non efficienti e condizioni di viaggio assolutamente non ideali.

Dopo un guasto al treno nei pressi della stazione di Morolo i mezzi sostitutivi sono risultati insufficienti per tutti gli utenti ed alcuni sono rimasti sulla banchina, al freddo.

a Zagarolo

L’appello del primo cittadino di Cassino

“Ho chiesto alla direzione regionale e all’assessorato alla Mobilità e ai Trasporti – spiega in una nota il sindaco di Cassino Enzo Salera – di convocare immediatamente un tavolo operativo per affrontare e risolvere, una volta per tutte, quelle annose e dannose criticità al servizio di trasporto ferroviario.

Nella lettera inviata in regione, ho chiesto che siano anche i rappresentanti dei pendolari a partecipare, in modo da avere, in “presa diretta”, testimonianza su quanto accade, praticamente ogni settimana, sulle linee della Cassino-Roma.  E’ ora di trovare misure immediate, risolutive e strutturali”.

Sulla stessa lunghezza d’onda del primo cittadino anche la consigliera regionale Sara Battisti (Pd) che chiede la convocazione urgente della commissione trasporti in Regione.

“Ancora una giornata di passione per i pendolari sulla tratta Cassino – Frosinone – Roma. Ritardi, disagi, cancellazioni di corse rappresentano oramai la ‘normalità’ per migliaia di cittadini, lavoratori e studenti, che quotidianamente utilizzano questa tratta. La normalizzazione di una questione così grave, che incide negativamente sulla vita delle persone, è inammissibile”.

Così in una nota Sara Battisti, consigliera regionale del Partito democratico.

“Per questo – prosegue – ho chiesto la convocazione immediata di una commissione, al consiglio regionale del Lazio, anche a seguito della mia interrogazione all’assessore Ghera dalla quale abbiamo ottenuto risposte insufficienti.

Una audizione sulle problematiche della linea ferroviaria Roma Cassino Fl6 chiedendo che siano ascoltati Trenitalia, l’Azienda RFI, l’Azienda Busitalia rail service, l’Associazione Roma-Cassino Express è necessaria. Perché la maggioranza Rocca ancora non la convoca? I cittadini – conclude – aspettano risposte”.