Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

La rotonda di San Cesareo “colpisce” ancora: due incidenti in poche ore

a cura della redazione

 

È il quinto caso in un anno, il terzo nell’ultima settimana. La “maledetta rotonda” di San Cesareo, come l’hanno ribattezzata sui social gli automobilisti, ha colpito ancora.

Due incidenti a distanza di tre ore l’uno dall’altro hanno fatto scattare un campanello d’allarme nella viabilità urbana.

Il primo si è verificato intorno alle 2 di questa mattina.

Secondo le primissime ricostruzioni, il conducente di un’auto non avrebbe calcolato lo spazio di manovra della rotatoria e procedendo in direzione sud verso Labico, avrebbe sbandato colpendo un’auto parcheggiata: sul posto sono presenti le due auto incidentale, per fortuna non si sono registrati feriti. Resta da chiarire la dinamica.

Più grave il sinistro avvenuto più tardi attorno alle 5 di mattina. Un incidente autonomo che ha visto coinvolta una Ford bianca (in foto) alla cui guida c’era un ragazzo di 30 anni di Palestrina rimasto ferito.

Secondo le primissime ricostruzioni, l’auto avrebbe colpito prima la rotatoria e poi dopo un testacoda spaventoso sarebbe letteralmente precipitata sul cancello di un’attività commerciale, finendo la sua corsa contro la recinzione. saranno le forze dell’ordine a chiarire cosa realmente sia accaduto.

È la quinta volta che ripariamo la nostra recinzione – spiega la titolare del negozio a Monti Prenestini. Credo ci sia davvero un problema serio di progettazione su questa rotatoria a cui bisognerà porre rimedio”.

Solo dieci giorni fa un altro incidente con la stessa dinamica: recinzione sfondata e danni da riparare, una vera “maledizione”.

L’asfalto bagnato e i colpi di sonno potrebbero aver influito nella condotta pericolosa dei mezzi. Certo è che si registra l’ennesimo sinistro in uno dei punti più trafficati dell’intero comprensorio prenestino.

Leggi anche