Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Labico: estorce denaro ad un’anziana signora e al titolare di un minimarket. Arrestato 60enne

a cura della redazione

I Carabinieri della Stazione di Labico hanno arrestato un 60enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine, gravemente indiziato del reato di estorsione.

Le indagini sono state avviate a seguito della denuncia di una donna 78enne e di un 37enne titolare di un minimarket.

A Zagarolo - Scopri di più

La donna ha raccontato ai carabinieri che il 60enne da tempo le richiedeva denaro volte all’acquisto di generi alimentari, a cui la stessa inizialmente ha acconsentito perché l’uomo non usava minacce o violenze.

Nei giorni successivi l’uomo aveva modificato il suo comportamento arrivando ad introdursi all’interno dell’abitazione, in cui l’anziana viveva da sola, contro la sua volontà, richiedendole la somma di 25 euro, per poi minacciarla ed intimorirla con il fine di costringerla ad effettuare un prelievo al bancomat dell’Ufficio Postale e infine a recarsi con lui presso un vicino supermercato per l’acquisto di generi

A San Cesareo - Scopri di più

alimentari.

Il 37enne di origini straniere, titolare di un minimarket nel centro di Labico, ha denunciato alcuni episodi risalenti al mese di ottobre scorso, quando il 60enne, abitante della zona, con frequenza quasi giornaliera aveva fatto ingresso nella sua attività ed aveva prelevato alcuni prodotti senza pagarli dal valore complessivo di circa 80 euro. Nell’ultimo periodo al diniego del titolare del negozio di non acquistare più prodotti e/o bevande a credito, il 60enne ha assunto una condotta minacciosa prima nei confronti della commessa e poi contro il titolare dell’attività chiedendo contestualmente anche somme di denaro.

Le reiterate condotte sono dunque sfociate nell’emanazione dell’ordinanza cautelare e il 60enne è stato condotto nel carcere di Velletri.

Resta comunque di fondamentale importanza la denuncia da parte delle vittime che subiscono tali reati così da consentire all’Autorità Giudiziaria di intervenire rapidamente a loro tutela.