Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

L’Artemus Ensemble ha fatto “Il Prodigio”


L’orchestra d’archi diretta dal Maestro Alfonso Todisco ha lanciato il nuovo disco su tutte le piattaforme

Nonostante il periodo di grande difficoltà causato dal Covid 19, il 16 ottobre 2020 è stato lanciato su tutte le piattaforme digitali il nuovo disco dell’Artemus Ensemble intitolato “Il Prodigio”. L’orchestra d’archi, con la direzione del giovane direttore Alfonso Todisco, ha inciso in Settembre, presso il 45° Parallelo Studio di registrazione, l’album dedicato al compositore tedesco F. Mendelssohn. Il progetto è incentrato su 3 delle 12 sinfonie per archi, la n.3 in Mi minore, la n.10 in Si minore e la n.12 in Sol minore, che F. Mendelssohn ha composto tra i 12 e i 14 anni, tra il 1821 e il 1823.

L’Artemus Ensemble di Pompei, fondata l’11 Novembre del 2017 da due giovani musicisti Alfonso Todisco e Francesco D’Aprea, si è esibita in varie tipologie di formazioni orchestrali, ma si è specializzata nel repertorio cameristico per orchestra d’archi. All’interno del progetto sono coinvolti alcuni dei più talentuosi strumentisti ad arco della Campania. Il gruppo ormai compatto ed affiatato, reduce da numerosi premi e riconoscimenti, ha inciso il suo primo disco prodotto dalla Satyr MB production di Nello Petrucci nel Dicembre 2019, progetto intitolato “Gli Echi dell’Eterna Bellezza”, contenente musiche di F. Cuccurullo, A. Onorato, P. Odierna, N. H. Samale.

Ad oggi si può considerare l’Artemus Ensemble una realtà, che si è imposta nel panorama musicale regionale e nazionale a suon di concerti e di applausi, un progetto costruito e composto da giovani in continua crescita, elogiato dalla stampa, dalla politica comunale, dagli artisti, dagli imprenditori locali, un’eccellenza ed un vanto del nostro territorio, poichè al giorno d’oggi, soprattutto in Italia, la diffussione della musica d’arte è diventata un’impresa ardua, ma per chi riesce a creare un movimento di interesse, come nel caso dell’Artemus, diventa motivo di grande orgoglio.
Le sinfonie protagoniste del progetto discografico sembrano tutt’altro che opere infantili, sono composizioni di estrema complessità ed espressività, con cui il piccolo Mendelsshon, rivelatosi molto presto un “enfant prodige”, cresce, impara, prima di lanciarsi nel pieno della sua carriera.

Le composizioni sono dei veri e propri “affreschi musicali” proiettati con decisione verso il periodo romantico, ma con un chiaro sguardo alla tradizione classica e contrappuntistica. Il disco è stato prodotto dalla Satyr MB production di Nello Petrucci, in collaborazione con la Contemply Art Investiment di Gianni Boccia. La cover del disco è stata realizzata dall’artista Nello Petrucci.


L’Artemus vanta un’accademia musicale al centro di Pompei, una rete di progetti scolastici in convenzione con scuole pubbliche e private, e l’Artemus Ensemble, che ad oggi conta circa 60 concerti in meno di 3 anni, 3 stagioni concertistiche e 2 dischi, diretta stabilmente dal Maestro Alfonso Todisco, talentuoso direttore d’orchestra 26enne che sta facendo parlare di sè in Italia e in Europa.
Attualmente è in corso la terza stagione concertistica Artemus intitolata “Resilienza”, dimostrazione della forza di volontà del direttivo Artemus di continuare a diffondere la Musica d’arte nonostante il periodo difficile che il mondo sta vivendo a causa della pandemia.

Notizie biografiche sul direttore Alfonso Todisco e sull’Artemus Ensemble: www.alfonsotodisco.it

CLICCA SUL BANNER PER L’OFFERTA
29 Ottobre 2020
Coronavirus, casi stabili nel Lazio: scende il rapporto tra tamponi e positivi
29 Ottobre 2020
Ospedale di Palestrina, oggi è stato il primo giorno come Covid Hospital

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *