Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Lazio, oltre mille casi e 43 morti: i numeri dell’emergenza Coronavirus


L’improvvisa impennata, ma le strutture tengono. Intanto il Governo pensa a nuove misure restrittive

Il numero totale di casi Covid-19 nel Lazio e’ arrivato oggi a 1.008. Lo rende noto la Regione attraverso Facebook. Il numero di ricoverati fuori dalla terapia intensiva e’ pari a 537, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 47. In isolamento domiciliare sono 328, i deceduti 43 e i guariti 53.

Al momento in Italia 37.860 persone risultano positive al coronavirus che causa il Covid-19. Ad oggi, in Italia sono stati 47.021 i casi totali.
Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 15.420 in Lombardia, 5.089 in Emilia-Romagna, 3.677 in Veneto, 3.244 in Piemonte, 1.844 nelle Marche, 1.713 in Toscana, 1.001 in Liguria
912 nel Lazio, 702 in Campania, 555 in Friuli Venezia Giulia, 600 nella Provincia autonoma di Trento, 530 nella Provincia autonoma di Bolzano, 551 in Puglia, 379 in Sicilia, 422 in Abruzzo, 384 in Umbria, 257 in Valle d’Aosta, 288 in Sardegna, 201 in Calabria, 39 in Molise e 52 in Basilicata.
Sono 5.129 le persone guarite. I deceduti sono 4.032, ma questo numero potra’ essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanita’ avra’ stabilito la causa effettiva del decesso.

Numeri preoccupanti per cui sarebbero ora allo studio nuove misure restrittive del Governo Conte.

LE CURE

Quanti posti letto di terapia intensiva ci sono, a oggi, nel Lazio? Il numero esatto e’ difficile ottenerlo, perche’ si stanno aggiungendo letti quasi di ora in ora nelle varie strutture ospedaliere. Partiamo pero’ da un dato certo: precisamente due settimane fa, il 6 marzo scorso, nell’ultima conferenza stampa alla quale ha partecipato il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, poche ore prima che annunciasse con un video su Facebook la sua positivita’ al Covid 19, l’assessore alla Sanita’, Alessio D’Amato, aveva reso noto che si sarebbe passati da 518 posti a 675. Il direttore sanitario dello Spallanzani, Francesco Vaia, il 9 marzo ha detto che il suo ospedale avrebbe avuto altri 15 posti letto entro 15 giorni, fino ad arrivare a 34 posti. A oggi quel numero dovrebbe essere stato raggiunto.

Si aggiungono poi altri 21 posti (ad oggi, sicuri) della Columbus del Policlino Gemelli, che e’ diventata il Covid 2 Hospital della Regione. Due giorni fa, il 18 marzo, si e’ aperto il Covid 3 Hospital di Casal Palocco con 12 posti, che a regime dovrebbero diventare 36. Ma oggi se ne sono gia’ aggiunti altri 12, pr un totale di 24 posti. Da domani, inoltre, l’ospedale Sant’Andrea avra’ ulteriori 10 posti, mentra gia’ oggi l’Ifo – San Gallicano ha aggiunto altri 4 posti, come reso noto dalla Regione su Facebook, precisando pero’ che non sono destinati a pazienti Covid 19. A Viterbo, a quanto si apprende sempre tramite il canale ‘Salute Lazio‘ su Facebook, oggi sono stati aggiunti altri 3 posti e all’ospedale di Gaeta da domani vi saranno altri 3 posti. All’ospedale pediatrico Bambino Gesu’, sempre stando alle informazioni fornite dalla Regione su Facebook, vi sono 6 posti per pazienti Covid e 7 per non Covid, ad oggi. Facendo la somma si arriva ad un totale di 611 posti di terapia intensiva. Ma non tutti sono destinati ai pazienti Covid 19. A tal proposito, sempre D’Amato ha spiegato ieri che “tra qualche giorno si raggiungera’ il numero di 298 posti di terapia intensiva dedicati solo ai pazienti Covid 19”. Va inoltre ricordato che sono 5 gli ospedali che gestiranno l’emergenza Covid e che, a regime, si avra’ un totale di 1500 posti letto, inclusi quelli di terapia intesiva.