Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Lazio, un piano di investimenti da 2 miliardi per rilanciare il lavoro: ecco le nuove misure


Le principali aree di intervento saranno viabilita’, ferro e mobilita’ sostenibile

Un piano di investimenti da 2 miliardi di euro per l’avvio di opere pubbliche in tutto il territorio regionale. A presentarlo, questa mattina, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Sono previsti 2 mila cantieri nei prossimi mesi, di cui 400 saranno avviati entro il mese di giugno con uno stanziamento iniziale di 270 milioni di euro. Le principali aree di intervento saranno viabilita’, ferro e mobilita’ sostenibile. Si lavorera’, inoltre, per la riqualificazione e il rafforzamento del patrimonio Ater e su opere di urbanizzazione primaria e secondaria nella citta’ di Roma (Piani di Zona). Previsti interventi sulla difesa del suolo, risorse idriche, consorzi bonifica e trattamento rifiuti. Altre opere saranno avviate per la ricostruzione post sisma e numerosi cantieri partiranno per interventi di edilizia sanitaria. Agricoltura, parchi e aree naturali e itinerari culturali rappresentano altre aree di intervento oltre al patrimonio regionale, i teatri e i luoghi della cultura.


Saranno avviati cantieri anche su impianti sportivi di base e nelle scuole.
Sulla viabilita’, mobilita’ su ferro e mobilita’ sostenibile la Regione investira’ quasi 800 milioni di euro. In particolare saranno realizzate 16 ciclovie; piu’ di 600 milioni saranno utilizzati per il potenziamento, il completamento o il ripristino di ferrovie, stazioni o metropolitane; altri 50 milioni andranno alle opere infrastrutturali e viarie per la Ryder Cup di Guidonia; mentre per quanto riguarda le strade partiranno 125 cantieri per oltre 140 milioni di euro.

Entro la fine dell’anno verranno aperti 79 cantieri Ater grazie a un investimento di circa 140 milioni di euro mentre piu’ di 50 milioni saranno utilizzati per 9 interventi di urbanizzazione primaria e secondaria (piani di zona) in cinque municipi di Roma. Al via 248 interventi per 140 milioni di euro per la difesa del suolo, risorse idriche, consorzi di bonifica e trattamento rifiuti.


Altre opere saranno avviate per la ricostruzione post sisma: si tratta di 68 cantieri per circa 103 milioni di euro.
Nel campo dell’edilizia sanitaria dalla riqualificazione dell’ospedale Sant’Andrea all’avvio dell’ampliamento del Santa Maria Goretti di Latina entro la fine del 2021, saranno aperti 276 cantieri in tema di edilizia sanitaria per un investimento complessivo di 358 milioni di euro. Oltre 170 interventi entro 12 mesi, per piu’ di 44 milioni di euro totali, tra fondi europei, del Psr e altre misure, riguarderanno l’agricoltura, i parchi, le aree naturali e gli itinerari culturali regionali.


Quasi 400 milioni di euro sono destinati ad interventi per 619 scuole in tutte le province. Per quanto riguarda il patrimonio regionale si va dalla riqualificazione dell’ex ospedale Forlanini, restauro e valorizzazione dell’ex complesso del Santa Maria della Pieta’, adeguamento dei locali WeGil di Trastevere, riqualificazione del Filmstudio di Trastevere e collocazione dell’Archivio Flamigni in un immobile regionale a Garbatella sono solo alcuni dei 26 cantieri su cui la Regione investira’ quasi 50 milioni di euro. Poi, 18 milioni di euro sono utilizzati per interventi che riguardano 14 teatri e decine di interventi nei luoghi della cultura del Lazio tra cui il Parco regionale dell’Appia Antica e il Parco archeologico di Ostia Antica. Previsti inoltre 61 interventi cantierabili entro 12 mesi per quasi 1,7 milioni di euro negli Istituti scolastici e 69 cantieri per quasi 3,3 milioni di euro entro 12 mesi per impianti sportivi di comuni e associazioni. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: