Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Le bollette sono insostenibili, così non riusciamo ad andare avanti: i Sindaci prenestini alzano la voce

I sindaci del territorio dei Monti Prenestini alzano la voce contro il Governo per dire la propria contro il caro energia. Con un comunicato stampa congiunto i primi cittadini di Capranica Prenestina Francesco Colagrossi, di Castel San Pietro Romano Gianpaolo Nardi, di Cave Angelo Lupi, di Gallicano nel Lazio Pietro Colagrossi, di Palestrina Mario Moretti, di Poli Federico Mariani, di Rocca di Cave Gabriella Federici, di San Cesareo Alessandra Sabelli, di San Vito Romano Maurizio Pasquali e di Zagarolo Emanuela Panzironi, parlano così ai loro cittadini:

A San Cesareo
Nella serata di ieri come Sindaci del comprensorio prenestino ci siamo riuniti per discutere e coordinare le azioni possibili riguardo la crisi energetica dovuta all'aumento esponenziale dei prezzi. Oltre alle buone pratiche che potranno essere messe in atto, alla vigilia dell'assemblea nazionale dell'ANCI che si terrà a Bergamo la prossima settimana, in maniera unanime, rivolgiamo un appello al Governo con il quale rappresentiamo la grave problematica che coinvolge i nostri Comuni. Esprimiamo preoccupazione e auspichiamo che il Governo vari rapidamente un decreto aiuti per il 2022. Come Sindaci stiamo facendo la nostra parte, con tutte le azioni di contenimento della spesa possibile, ma al momento i ristori ottenuti dal Ministero non sono sufficienti a fronteggiare gli aumenti ricevuti. Rischiamo di non riuscire a pagare le fatture ai fornitori; gli aumenti dei costi hanno reso i nostri stanziamenti di bilancio completamente insufficienti. Formalizzeremo il presente appello con una nota scritta, a firma congiunta, all'Anci nazionale affinchè nel tavolo della concertazione con il Governo ci sia anche il contributo del territorio prenestino``.
A Zagarolo - Visita il sito