Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Le Sarzefine di Zagarolo tornano protagoniste su Rai3

a cura della redazione

Andrà in onda nei prossimi giorni (la data verrà comunicata sulla pagina Facebook del comune di Zagarolo) su Rai 3, in una puntata di “Geo”, un documentario inedito che racconterà la storia delle Sarzefine di Zagarolo.

A Zagarolo - Nuova apertura
L'enogastronomia e le eccellenze locali sono parte integrante della nostra Città: a fianco al vino Zagarolo DOC e al prodotto De.Co. nonché Arca del Gusto Slowfood, il Tordo matto, da secoli nella città di Zagarolo si coltiva un prodotto tradizionale, la Sarzefina, più conosciuta come Scorzobianca - dichiara il primo cittadino, Emanuela Panzironi.
A Zagarolo - scopri di più
COSA SONO LE SARZEFINE O SCORZABIANCA

Le Sarzefine zagarolesi sono diffuse allo stato selvatico e la loro coltivazione ad uso alimentare è oggi molto rara.

Fonti storiche attestano la coltivazione di queste radici già dal XVI secolo.

La coltivazione della Sarzefina è andata nel tempo quasi interamente perduta per l’introduzione di diversi tipi di ortaggi, ma nei terreni della città di Zagarolo questo prodotto è protagonista dei mercati locali durante la stagione invernale con il suo sapore dolce e delicato.

Oltre ad essere la protagonista dei mercati contadini, la Sarzefine di Zagarolo è un prodotto che rientra nell’Arca del Gusto di Slow Food dal 2017 e proprio ad essa nel mese di Gennaio viene dedicato un evento nella città di Zagarolo, con l’obiettivo di non perdere la tradizione della sua coltivazione.