Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Lieve scossa tra Colonna e Zagarolo: continuano le segnalazioni dei sismografi


Il fenomeno non è stato avvertito dalla popolazione. Continua lo studio sul territorio


È il ventiduesimo episodio dallo scorso 23 giugno, giorno in cui si è registrata una scossa di 3,6 gradi. La zona è quella compresa tra Zagarolo, Colonna e Gallicano.

La scossa di ML 2.3 del 13-11-2019 alle ore 03:43:06 (Italia) è stata registrata a 3 km Da Colonna (RM) con coordinate geografiche (lat, lon) 41.86, 12.77 ad una profondità di 9 km.
Il terremoto è stato localizzato da: Sala Sismica INGV-Roma.

Un fenomeno che è stato avvertito dalla popolazione: diverse le segnalazioni sui social.

L’Ingv provato qui di seguito a raccogliere alcune delle riflessioni che facciamo in questi casi, provando a dare delle risposte ad alcuni quesiti ricorrenti. Molte delle domande che ci vengono poste sono purtroppo senza risposta, o hanno delle risposte caratterizzate da un elevato grado di incertezza. Alcune delle informazioni qui riassunte sono state riportate più in dettaglio in precedenti post sul terremoto del 7 novembre 2019, sull’inquadramento sismotettonico di questo evento, su un precedente evento sismico di qualche anno fa.

Cosa succede quando c’è uno sciame sismico come quello di questi giorni a Sora-Balsorano?
Si attiva una piccola faglia (o una porzione piccola di una faglia più grande), in un’area notoriamente sismica. Niente di anomalo, in fondo. Di terremoti e sequenze così ce ne sono molti ogni anno in Italia, soprattutto nelle zone più sismiche.
È normale che si verifichino terremoti? 
Sì, quell’area come tantissime altre del territorio nazionale sono sismiche.
È collegato con altri terremoti, per es. con quelli del 2016 o del 2009? 
No, in questo caso sono sistemi di faglia differenti e non collegati direttamente.
Cosa succederà? 
Non lo sappiamo. Nessuno lo sa … a parte tirare a indovinare.
Ce ne saranno altri?
Sì. Dalla notte del 6 novembre ad oggi (ore 21.00, 11 novembre) sono stati 124 i terremoti localizzati in quell’area: oltre al più forte (magnitudo Mw 4.4) del 7 novembre alle ore 18:35 italiane, solo 1 ha avuto M>3, 13 hanno avuto magnitudo M>2.
Ce ne possono essere di più forti? 
Sì.
È probabile che ci siano terremoti più forti?
È poco probabile.
È possibile che ci siano terremoti più forti? 
Sì. Anche se la probabilità è bassa, non possiamo escludere che avvengano.
Quando? 
Non si sa… allo stato delle conoscenze attuali non è possibile prevedere un terremoto.
È uno sciame precursore? 
Molto probabilmente no (si stima tra il 95% e il 99% la probabilità che non ci sia un terremoto più forte), ma potrebbe diventarlo. Da notare che si definirebbe precursore solo dopo un eventuale terremoto più forte. Non c’è modo di capirlo prima