Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Lo screening gratuito del diabete fa tappa a Bellegra e Olevano Romano

a cura della Redazione

Prosegue la campagna di screening, trattamento e prevenzione del diabete, indirizzata a tutta la popolazione di età compresa tra i 50 e i 60 anni.

I prossimi appuntamenti sono il 12 novembre a Bellegra (Viale Ungheria, 49) e il 18 novembre a Olevano Romano ( Via San Francesco D’Assisi, 103).

A San Cesareo - Scopri di più

Durante gli open day gratuiti, si valuterà in modo approfondito il profilo di rischio diabetologico di ciascun individuo. Attraverso la semplice puntura di un dito si andranno a misurare parametri importanti, quali l’emoglobina glicata e il profilo lipidico. Il progetto prevede inoltre di esaminare attentamente una serie di fattori di rischio comportamentali (fumo, alimentazione, attività fisica e consumo di alcol).

L’obiettivo principale è individuare in modo precoce sia i soggetti a rischio di sviluppare il diabete, che coloro che sono in una fase iniziale di malattia. In base al profilo di rischio sarà offerto un counselling personalizzato volto alla promozione di stili di vita sani e, qualora si riveli necessario, vi sarà una presa in carico all’interno di idonei percorsi terapeutico-assistenziali. Il successo di questo progetto dipenderà in larga parte dalla partecipazione attiva della comunità. 

È essenziale per tutti i cittadini candidabili cogliere questa opportunità, in quanto tale partecipazione è fondamentale per creare una comunità più informata, consapevole e per promuovere una migliore salute individuale e collettiva.

Le diagnosi precoci sono fondamentali per ridurre l’incidenza e i rischi collegati a queste patologie. Ricoprono quindi grande importanza le campagne di screening che permettono interventi tempestivi e promuovono la cultura della prevenzione tra i cittadini. Aderirvi è un passo importante verso la cura di sé che mostra, inoltre, una sanità territoriale sempre più vicina e accessibile, ha commentato il Direttore Generale della Asl Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito.