Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Luce su Genazzano, attenzione all’ambiente ed efficientamento energetico


Nuovi lavori per la valorizzazione delle bellezze del centro storico


Proseguono i lavori di messa a norma ed efficientamento energetico della rete di illuminazione pubblica, che dopo aver quasi completato le strade urbane periferiche, sta attualmente interessando il centro storico. Il cantiere avviato nel mese di Settembre 2019 sta vedendo ora l’installazione delle piastre LED all’interno delle vecchie lanterne nel centro storico, dopo che uno studio tecnico puntuale dei corpi illuminanti del centro storico ha garantito il rispetto dei parametri di legge (L.R. 23/2000) e con il parere positivo della Soprintendenza ai Beni Culturali alla installazione dei corpi illuminanti a tecnologia LED all’interno del nostro centro storico, imponendo una temperatura di colore a 3000 K, la quale garantisce la conservazione della scala cromatica dei colori materici degli edifici anche di notte, essendo la più vicina alla luce naturale (quella del sole, per intenderci).


Oltre alle sostituzioni nei punti luce già presenti, sono stati già previsti in fase progettuale dei potenziamenti sull’illuminazione notturna nelle piazze principali del paese maggiormente frequentate di notte (Piazzale della Pace e Piazza D’Amico in primis), in modo da garantire la loro fruibilità, con installazione di ulteriori punti luce al fine di eliminare eventuali coni d’ombra.
Altro elemento caratterizzante, derivato da una progettazione attenta, riguarda la direzionalità dell’illuminazione, che consente di limitare quello che ormai si definisce come inquinamento luminoso ed è relativo alla quantità di luce che viene dispersa nell’atmosfera. Infatti, così come prevedono le moderne tecnologie, l’illuminazione notturna sarà direzionata esclusivamente sulle strade, sugli edifici ad evidenza storica ed architettonica e sulle piazze, o zone di aggregazione, con il ricorso in via prioritaria ad illuminazione dall’alto verso il basso.
Le misure fin qui adottate dalla Amministrazione Comunale si muovono nella direzione del contenimento energetico, senza portare ad una riduzione della fruibilità degli spazi, promuovendo buone pratiche per il corretto consumo delle risorse, così attraverso l’adesione al PAES (Piano D’Azione per l’Energia Sostenibile), impegnandosi a ridurre entro il 2020 i fattori che contribuiscono all’inquinamento globale.
Peraltro, sono ormai centinaia i Comuni italiani che si sono impegnati ad illuminare diversamente le città, garantendo, non solo un risparmio energetico, ma anche e soprattutto il rispetto delle normative che limitano l’inquinamento illuminotecnico preesistente.

Leggi anche  Senza più lavoro e con tre figli da mantenere. La storia di Luciano di San Cesareo

21 Febbraio 2020
Arriva a Palestrina la prima “Stoviglioteca” dei Monti Prenestini ed è già boom di richieste
21 Febbraio 2020
De Magistris a Genazzano: il caso Napoli e la riscossa di una città

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *