Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

title-image

Blog

L’ultimo saluto al fotografo che amava le montagne. Folla e commozione a Castel San Pietro

“Tu che amavi scalare le montagne ora fotografale da lassù. Buon viaggio Gasbo“

Recitava così lo striscione affisso ieri nella piazza di Castel San Pietro Romano all’uscita del feretro di Gianluca Gasbarri, il giovane di 31 anni venuto a mancare lo scorso 26 giugno a seguito di un tragico incidente sul Gran Sasso.

Un intero territorio da Roma fino al sud della provincia si è mobilitato per l’ultimo saluto a questo giovane dall’animo gentile, stimato fotografo e promotore di diverse iniziative nel campo sociale.

C’erano i sindaci del comprensorio prenestino e poi autorità istituzionali, rappresentanti di associazioni e giovani venuti da ogni parte del territorio. La chiesa di San Pietro non ha potuto accogliere la folla delle tante persone intervenute, che così si è riversata in modo composto e ordinato nella piazza e nelle vie adiacenti.

Un silenzio surreale ha avvolto il borgo del cinema e della fotografia, rotto dalla voce del parroco locale unita ai versi delle rondini e dei colombi che in un volo continuo e ripetuto dal campanile della chiesa sembravano salutare dall’alto Gianluca.

Gianluca ci ha lasciato un grande insegnamento – ha detto padre Walter nella sua omelia – quello di cercare sempre nuove sfide. La sua è stata una ricerca continua della Verità, dall’alpinismo alla fotografia, riversava nelle sue passioni tutto se stesso non risparmiandosi in nulla.

Saggio ed emozionante il ricordo di papà Vincenzo che con parole straordinarie e colme di affetto ha raccontato la vita di “un bravo figlio, compagno di tante avventure, sempre gentile, attento e giudizioso”.

Sull’altare si sono poi susseguiti gli interventi di un amico d’infanzia, dell’associazione Lupus in fabula e del sindaco Gianpaolo Nardi che insieme a tutta la comunità si è stretta nel dolore attorno a questa famiglia straordinaria.

Oggi l’Amministrazione comunale ha annullato tutte le manifestazioni in programma per la festa di San Pietro e Paolo.

Gianluca rivive nelle foto, nei ricordi e nelle iniziative lanciate sul territorio. Dal mondo del fotogiornalismo all’alpinismo, il suo animo gentile non verrà mai dimenticato.

A Palestrina - scopri di più