Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Mascherine a scuola: vanno bene anche quelle di stoffa


Il chiarimento arriva dallo stesso Ministero della Pubblica Istruzione

Una buona notizia per le tasche e per l’ambiente. Per andare a scuola e seguire le lezioni, gli studenti possono indossare anche le mascherine di stoffa.

Il Ministro della Salute ha ribadito quanto già scritto nel testo del DPCM 3 novembre 2020, ossia che, nelle scuole oltre alla mascherina chirurgica, fornita dalla struttura commissariale, ai sensi dell’articolo 1, comma 7 del DPCM

possono essere utilizzate anche mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche auto-prodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso”

E ribadisce al tempo stesso la possibilità di utilizzare quelle di comunità al fine anche di ridurre il più possibile la produzione di rifiuti e dunque anche il ricorso alle mascherine usa e getta.

OBBLIGO DELLA MASCHERINA ANCHE SEDUTI AL BANCO

Come ormai noto le nuove disposizioni introdotte dal DPCM 3 novembre 2020, hanno stabilito l’obbligo di utilizzare la mascherina a scuola, senza eccezioni correlate al distanziamento. Pertanto, a partire dalla scuola primaria, la mascherina deve essere indossata sempre, da chiunque sia presente a scuola, anche quando gli alunni sono seduti al banco e indipendentemente dalle condizioni di distanza (1 metro tra le rime buccali) previste dai precedenti protocolli, “salvo che per i bambini di età inferiore ai sei anni e per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina”.

SOSTITUZIONE DELLA MASCHERINA A METÀ GIORNATA

Nelle sezioni di scuola primaria a tempo pieno e di scuola secondaria di primo grado a tempo prolungato, è necessario prevedere la sostituzione della mascherina di tipo chirurgico a metà giornata, per garantirne l’efficienza. La struttura commissariale sta già provvedendo allo sviluppo delle relative ulteriori forniture. Fa fede la Nota n. 1994 del 9 novembre 2020 con le indicazioni in merito all’uso delle mascherine.

QUANDO È POSSIBILE ABBASSARE LA MASCHERINA

Naturalmente è possibile abbassare la mascherina per bere, per i momenti della mensa e della merenda. Si tratta di una disposizione che il DPCM ha adottato sulla scorta delle indicazioni delle massime autorità sanitarie preposte alle strategie per il contenimento della situazione epidemiologica, “su proposta del Ministero della salute”, volta a contemperare diritto alla salute e diritto all’istruzione, alla luce dei nuovi dati epidemiologici.

MASCHERINE NON PREVISTE PER I BAMBINI DELL’ASILO

Come ribadito nelle Linee guida per il settore 0-6, per i bambini sotto i sei anni non è previsto l’uso delle mascherine che invece sono indossate dal personale, non essendo sempre possibile garantire il distanziamento, vista l’età degli alunni e la loro necessità di movimento. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il verbale n. 94 del Comitato Tecnico Scientifico del 7 luglio 2020.

MASCHERINE E ALUNNI DISABILI

Se la disabilità non è compatibile con l’uso continuativo della mascherina non devono indossarla. Lo ricorda il verbale n. 94 del Comitato Tecnico Scientifico del 7 luglio 2020. A ogni modo le scuole e le famiglie sono invitate a concordare le soluzioni più idonee a garantire le migliori condizioni di apprendimento.

14 Novembre 2020
Valmontone, sono 180 i cittadini positivi al Covid19
14 Novembre 2020
Zagarolo, altri 33 contagi da Covid19

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *