Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Menu della tradizione, area verde e divertimento: Pasqua e Pasquetta da Donna Fugata

a cura della redazione

Cannelloni, abbacchio, dolci della tradizione e ampi spazi all’aperto in un giardino rinnovato.

C’è una giusta dose di gusto e divertimento senza dimenticare le tradizioni da Donna Fugata, che per la Pasqua e la Pasquetta apre le porte a tutti i suoi clienti con un menu he rispecchia fedelmente la tradizione pasquale.

In tanti hanno già risposto all’appello ed è boom di prenotazioni per domani a prossima e lunedì.

Ultimi posti disponibili per vivere due giornate all’insegna del buon cibo e della spensieratezza a un prezzo alla porta di tutti.

Il nome Donna Fugata (donna in fuga) fa riferimento al romanzo Il Gattopardo dove si narra di una regina (Maria Carolina moglie dell’imperatore Ferdinando IV di Borbone) in fuga per motivi politici e che trovò rifugio in un ristorante.

Inizia da qui la storia di questo nuovo locale che si incrocia con quella di un grande chef e imprenditore, Giuseppe Spinelli, che dopo esperienze proficue in giro per l’Europa ha scelto Cave per il suo nuovo progetto.

Si riparte dalle origini, la Sicilia, e in particolare dall’area agrigentina, per arrivare fino alla capitale: un turbinio di saperi e sapori che si porta con sé il meglio della cucina italiana, dalla pizza, alla carne, passando per il mare.

La brigata in cucina sceglie con particolare cura i prodotti tipici e le materie di prima di qualità. Il risultato è un menu ragionato che segue il ritmo delle stagioni e che vuole sempre offrire l’effetto sorpresa ai propri clienti.

Di seguito il menù della serata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: