Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

“Mi è caduto un orecchino”, la nuova truffa della finta badante

a cura della redazione

Truffata da una finta badante le ha consegnato oro e denaro. Vittima del raggiro una novantenne, finita nel mirino di una donna e della sua complice. Un copione assodato quello messo a segno dalla malvivente, riuscita a farsi aprire la porta di casa dell’anziana con una scusa e poi a ripulirla di quanto trovato in casa.

Vittima delle truffatrici una signora residente ad Albano Laziale. È mattina quando la signora sta rientrando in casa e viene avvicinata da una donna gentile e premurosa. “Sono la badante della signora al piano di sopra. Mi è caduto un orecchino sul suo balcone mentre sistemavo la casa. Posso entrare con lei così lo riprendo?”.

L’anziana signora inizialmente dubita della buona fede della richiesta, ma la truffatrice la raggira con le parole sino a quando riesce nel suo scopo: entrare in casa della novantenne. Una volta nell’appartamento la truffatrice ha quindi presumibilmente lasciato il portoncino della casa aperta permettendo così alla complice di intrufolarsi nelle camere da notte dell’appartamento dell’anziana. 

Rubati circa 500 euro, oro e gioielli dalla complice la finta badante, dopo aver finto di aver recuperato l’orecchino caduto sul balcone, si è quindi allontanata. Una volta nella stanza da letto la novantenne si è quindi resa conto di essere stata truffata. Poi la chiamata ai figli e al 112. Sul posto sono quindi intervenuti i carabinieri della stazione di Albano che hanno ascoltato la novantenne cominciando le indagini per identificare la finta badante e la sua complice.