Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Mini drive-in dello spaccio, arresti tra Colleferro e Roma


Le operazioni della polizia nelle ultime ore

Smantellato dalla Polizia di Stato un mini drive-in dedicato allo spaccio di cocaina al Casilino, in via Giovanni Battista Scozza. Gli investigatori del VI Distretto Casilino hanno arrestato D.L.D., 18enne romano, fermato 2 volte subito dopo aver venduto cocaina ai clienti che hanno ricevuto la droga attraverso i finestrini delle proprie auto. Nella stessa zona, una 48enne romana, nascondeva la droga da vendere in un locale adibito ad alloggio di contatori elettrici. I suoi clienti per entrare in possesso della sostanza la raggiungevano nel garage sottostante l’immobile dove F.B. consegnava loro le dosi con il prezzo gia’ impresso sopra l’involucro, 3 per 30 euro, 5 per 50 euro. Dopo diversi servizi di osservazione e appostamento gli agenti del VI Distretto Casilino, scoperto il suo modus operandi, l’hanno arrestata sequestrando 15,55 grammi di cocaina. Contestata la sanzione amministrativa ad un suo cliente. 

colle martino

In un altro caso, l’escamotage di liberarsi di 5 panetti di hashish lanciandoli dal balcone non sono serviti ad evitare l’arresto a M.M., 44enne romano. Gli agenti del commissariato Esposizione, dopo una serie di indagini, sono giunti alla porta della sua abitazione, l’uomo credendo di non essere visto ha gettato dal balcone in giardino il grosso del “fumo” che deteneva. Altro stupefacente dello stesso tipo e’ stato trovato nascosto in vari punti dell’abitazione. Invece nascondeva l’hashish in un contatore dell’acqua il 22enne C.M., arrestato dagli agenti del commissariato Romanina in via di Torre Spaccata. I poliziotti, dopo aver osservato alcune cessioni, lo hanno bloccato e recuperato la droga.


Durante un servizio di Polizia Giudiziaria gli agenti del commissariato Trastevere hanno arrestato T.A., romano di 33 anni, sorpreso a bordo della propria auto con alcuni grammi di cocaina; altra cocaina e anche hashish sono stati trovati durante la perquisizione domiciliare. Invece gli investigatori del commissariato di Colleferro da giorni erano sulle tracce di un pusher che, dopo essersi rifornito nella capitale, operava sul loro territorio. I poliziotti hanno quindi fermato S.E.
47enne residente nel Frusinate, al casello autostradale di Monte Porzio Catone, e l’hanno trovato in possesso di alcuni grammi di cocaina. In casa, oltre ad una piccola quantità delle stesso stupefacente, sono stati sequestrati un bilancino di precisione e altro materiale per il confezionamento delle singole dosi.
Infine, una pattuglia della Sezione Volanti, in servizio nella zona della Casilina, dopo un breve inseguimento ha fermato e arrestato F.A., romano di 22 anni, che con se’ aveva alcune dosi di cocaina ed a casa nascondeva alcune centinaia di euro ed il materiale per assemblare le singole dosi.