Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Neve e grandine tra Palestrina e Capranica: danni alle coltivazioni

a cura della redazione

 

Èun 24 aprile che assomiglia più a una vigilia di Natale con la neve e grandine protyagoniste nell’area prenestina tra San Vito, Genazzano, Palestrina e Guadagnolo dove non si erano mai visti tetti così imbiancati dall’inizio dell’anno. È stata una notte di maltempo quella appena trascorsa e ora l’improvviso freddo fa temere danni anche per le coltivazioni in fiore, dall’olivo ai frutteti.

a Palestrina

Per tutta la giornata di oggi continua l’allerta gialla a Roma e nel Lazio diramata dalla Protezione Civile nel suo bollettino quotidiano che, nella nostra regione, riguarda particolarmente un livello di rischio ordinario ed elevata probabilità di temporali e problemi di natura idrogeologica come allagamenti e smottamenti. A farne le spese proprio la capitale che si risveglia già allagata in molti punti critici dopo che la grandine si è trasformata in acqua.

L’area di bassa pressione che sta interessando la regione avrà come conseguenza una giornata di maltempo con piogge ed acquazzoni, in particolar modo al mattino, in particolare sui litorali settentrionali cieli molto nuvolosi al mattino con deboli piogge, in temporaneo assorbimento nel pomeriggio, ma in ripresa dalla sera; anche sulla capitale si susseguiranno piogge e rovesci anche temporaleschi, mentre le temperature continueranno a scendere.

(foto stazione Meteopalestrina a Guadagnolo)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: