Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Notte di maltempo, alberi caduti e pali della luce divelti

Notte di paura in provincia di Roma dove un violento temporale si è abbattuto sul territorio arrecando danni ai terreni e alla viabilità.

In queste ore si segnalano i primi danni e riguardano alberi caduti a Capranica, piccoli smottamenti nelle campagne di Cave e Genazzano.

A Valle Martella un palo della luce è crollato in strada sbarrando l’accesso in via Mantegna. Vengono segnalati danni a terreni, tende da sole e gazebi che il vento ha divelto in pochi minuti.

 

Sono in corso le verifiche da parte delle Polizia locale e le Protezioni civili su eventuali danni causati dal maltempo su tutto il territorio.

 

 

 

DANNI A ROMA

Quattro gli interventi richiesti in via di Salone dove le alberature finite in strada sono state diverse. Sempre nel VI municipio, in via Cassaro e via Savoca, dei garage sono finiti allagati e si è reso necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Problemi sono segnalati anche su viale di Tor Bella Monaca, con diversi rami sulla carreggiata.

Sulla tangenziale est si segnalano lunghe code tra Batteria Nomentana e la Galleria Giovanni XXIII a causa di un albero caduto che ostruisce l’accesso dalla rampa di via Salaria. Alberi caduti anche in via Makallè e via Federico Delpino.

La tempesta di fulmini e il forte vento che nella notte si sono abbattuti su Roma, hanno lasciato una serie di danni. A Torre Angela, la paura è stata tanta. Una batteria di pannelli solari si è staccata dal tetto di una palazzo, rimanendo in bilico.

È successo su una palazzina di via Giovanni Bernardi, all’incrocio con via del Torraccio di Torrenova. Sul posto, alle 5 del mattino di oggi, sono accorsi i vigili del fuoco con la squadra 12A, l’autostacala AS6 e l’autogru AG10.

I pompieri hanno dovuto rimuovere una ringhiera al quarto piano, divelta a seguito del distacco di una batteria di pannelli solari posti sul tetto della palazzina disancorati presumibilmente a causa del forte vento. Non risultano persone coinvolte e si é resa necessaria l’interdizione al passaggio veicolare e pedonale dell’area sottostante.