Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Operaio AMA rimane incastrato tra due veicoli. Ora è in codice rosso

a cura della redazione

Un operaio di 30 anni dell’Ama è rimasto investito da una cosiddetta macchina madre (un grande tir che trasporta rifiuti) all’interno dell’area dello stabilimento Ama Salario a Roma. 

L’incidente è avvenuto questa mattina intorno alle 6.30 quando il giovane è rimasto incastrato tra due vetture dopo essere stato travolto dal camion che, secondo le prime ricostruzioni delle forze dell’ordine giunte sul posto, durante le operazioni di scarico non avrebbe avuto il freno di stazionamento inserito. 

Scopri di più

Il lavoratore è stato trasportato in codice rosso al policlinico Umberto I ed è in prognosi riservata. Chi era lì al momento dell’incidente racconta che il ragazzo non si sentiva più le gambe.

Secondo alcune informazioni raccolte dall’agenzia Dire, l’incidente che ha visto coinvolto il 30enne autista dell’Ama, ora ricoverato in codice rosso al Policlinico Umberto I per trauma alla colonna vertebrale, è avvenuto durante il trasbordo di rifiuti (all’interno dello stabilimento Salario) da un mezzo da 120 quintali, guidato dal giovane, a una macchina madre.

L’autista di quest’ultimo mezzo sarebbe sceso dal camion per avvisare il collega, anche lui nel frattempo sceso dal veicolo, che avrebbe dovuto scaricare i rifiuti su un’altra macchina perché la sua era già piena.

Nel corso di questo colloquio la macchina madre, senza il freno di stazionamento correttamente inserito, avrebbe travolto il ragazzo lasciandolo incastrato tra i due mezzi.