Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Organizza l’omicidio del marito e lo fa uccidere dal fratello: caso risolto vicino Rocca Priora

a cura della redazione

 

Stanca di essere vittima di una serie di maltrattamenti in famiglia ha organizzato l’omicidio del marito. Un delitto compiuto dal fratello e da un suo amico complice che volevano così vendicare la donna.

Nei giorni scorsi, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Frascati hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Velletri nei confronti di 4 soggetti, tutti gravemente indiziati per l’omicidio di Petrit Caka, avvenuto il 13 dicembre 2022 a Rocca Priora.

a Palestrina

Le indagini, coordinate dalla Procura di Velletri, attivate immediatamente a seguito del grave evento omicidiario, hanno consentito di individuare e perimetrare gravi indizi di colpevolezza a carico dei 4 soggetti, una donna e tre uomini, tutti di nazionalità albanese di età compresa tra i 27 e i 33 anni.

Dopo il delitto i due sono riusciti a scappare rientrando in Albania il giorno stesso, con un volo da Roma e grazie al supporto dato da un altro complice, un ragazzo anche lui albanese. Grazie alla condivisione delle informazioni in possesso, la moglie e due dei tre albanesi sono stati fermati in Italia.

Le immediate attività dei Carabinieri hanno consentito, infatti, di ricostruire i movimenti degli indagati nell’area romana nei giorni antecedenti e immediatamente successivi all’omicidio, grazie all’acquisizione di numerose telecamere, la cui analisi ha permesso di individuare altresì il veicolo utilizzato e i tragitti percorsi.

Il prosieguo delle indagini – anche di natura tecnica – ha consentito di cristallizzare il ruolo dei singoli indagati – di cui alcuni con precedenti penali in Albania – ipotizzando anche il possibile movente nonché la sequenza di come è stato organizzato e svolto il grave fatto reato.