Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Ospedale di Palestrina, arriva l’esposto di Cittadinanzattiva alla Corte dei Conti


Rosati: “avrebbe dovuto avere ingresso di personale, ulteriori servizi annunciati alla stampa e invece ci troviamo di fronte all’ennesimo ritardo

Cittadinanzattiva Lazio ha presentato un esposto alla Corte dei Conti sulla situazione dell’Ortopedia all’Ospedale Coniugi Bernardini di Palestrina. “Attendiamo azioni volte a ripristinare i servizi alla cittadinanza in tempi rapidi”. Si legge nel comunicato diramato da Cittadinanzattiva APS.

Nelle giornata del 6 ottobre, abbiamo presentato un esposto alla Corte dei Conti sulla situazione del reparto di Ortopedia dell’ospedale di Palestrina dopo diversi annunci e atti aziendali e diverse richieste delle nostre realtà locali alle quali nessuno ha mai risposto. Ora vedremo se alla Corte dei Conti qualcuno risponderà.

Queste le dichiarazioni di Elio Rosati segretario regionale di Cittadinanzattiva Lazio a seguito della situazione che dal mese di luglio 2020 si protrae senza alcuna soluzione. “L’ospedale di Palestrina avrebbe dovuto avere ingresso di nuovo personale, ulteriori servizi annunciati alla stampa e invece ci troviamo di fronte all’ennesimo ritardo, non possiamo come organizzazione attendere oltre. Prima di far ricorso alla giustizia per ottenere diritti che sono di fondamentale rilievo, interloquiamo, dibattiamo, chiediamo. Ma sembra che in alcune realtà del Lazio tale approccio non serva a nulla. Lo dico con estrema amarezza sapendo, ad esempio, il lavoro enorme che la Regione Lazio sta mettendo in campo. Ma da ora in poi o le ASL e le Aziende Ospedaliere cambiamo atteggiamento oppure vorrà dire che trarremo le conseguenze del caso. Sulla ASL RM5 sono anni che cerchiamo di trovare un modo costruttivo di confronto. L’unico interlocutore è stato il dottor Giuseppe Quintavalle, nominato commissario della ASL RM5. Per il resto è meglio tacere.

Dato che l’ospedale di Palestrina avrebbe dovuto avere ingresso di personale, ulteriori servizi annunciati alla stampa e invece ci troviamo di fronte all’ennesimo ritardo, non possiamo come organizzazione attendere oltre. E aggiungo una nota personale di cui mi assumo la piena responsabilità: non sono più disposto a interlocuzioni con il Direttore Generale. Il mio referente è l’Assessore alla Salute della Regione Lazio e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Se il DG della ASL Rm 5 vuole rispondere lo faccia riaprendo Ortopedia a Palestrina e risponda ai referenti di Cittadinanzattiva Lazio presenti sul territorio dando seguito al Protocollo di Intesa sottoscritto dalla ASL RM5 e da Cittadinanzattiva Lazio con il Commissario Quintavalle e mai abolito”.

7 Ottobre 2020
Coronavirus, nuovo “boom” di casi nel Lazio: arrivano altre postazioni “drive-in”
7 Ottobre 2020
Nidificano nel cassetto di un mobile: rimosso un grande nido di vespe a Tivoli

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *