Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Palestrina, al via l’era Moretti. Tra novità e nuove incognite

È stata la prima volta della Lega tra gli scranni della maggioranza ma anche la prima di tanti giovani di destra e sinistra pronti a mettersi in gioco per il futuro della città. Il primo Consiglio della nuova Amministrazione guidata dal neo sindaco Mario Moretti racconta anzitutto un lungo elenco di novità.

A partire dalla scelta della nuova sede, non più Palazzo Verzetti, ma il Complesso degli edifici del Foro di Praeneste, sostenuta da tutti per il ruolo di prestigio dell’edificio, “per consentire una più ampia partecipazione di pubblico nonché per valorizzare il patrimonio archeologico di Palestrina” – si legge in una nota di Moretti.

Dopo 30 anni la città torna in mano al centrodestra, si sono invertiti i ruoli in aula e molti personaggi della storia politica degli ultimi venti anni non siedono più tra i banchi.

Partiamo dalla giunta, anticipata già dal sindaco Moretti con un provvedimento datato 20 giugno.

Umberto Capoleoni – vicesindaco e assessore con delega ai Lavori Pubblici e manutenzioni, sicurezza sul lavoro, servizi cimiteriali, parchi e giardini e attività produttive

Alessandro Pantoni – Urbanistica, trasporti e mobilità, ambiente e ciclo rifiuti, polizia locale, patrimonio, società partecipate;

Valentina Valente – Cultura, turismo, sport, rapporti con il terzo settore, sviluppo tecnologico e informatizzazione;

Lorella Federici – Politiche sociali, giovanili, servizi scolastici, personale e pari opportunità.

Il quinto nome da tutti atteso oggi è ancora un mistero.

Novità e vecchie conoscenze anche tra i banchi della minoranza:
Manuel Magliocchetti, Giorgio Marcellitto, Chiara Turianelli, Matteo Petronzi e Lino Sabelli.

Dopo il giuramento e le comunicazioni ufficiali si è passati alle prime votazioni, quelle del presidente del Consiglio e del vicepresidente. Per il primo ruolo è stato nominato Simone Coccia. Viceprepresidente a sorpresa sarà invece Chiara Turianelli, una delle più votate per la lista Palestrina Bene Comune a sostegno di Magliocchetti.

A seguire è stata eletta la Commisione Elettorale Comunale.

Tanti i provvedimenti già sulla scrivania del primo cittadino. Scorrendo l’albo pretorio si leggono i primi provvedimenti straordinari per l’emergenza idrica annunciata quasi a sorpresa da Acea nelle ultime ore, il via libera ai lavori per la riapertura della strada provinciale Palestrina-Capranica in prossimità del convento delle Clarisse e i primi impegni di spesa per la manutenzione delle aree verdi. Affiorano anche i primi nodi irrisolti, come la gestione dello stadio A. Sbardella per cui il Comune di Palestrina è stato citato in giudizio per l’accertamento del diritto al rimborso delle spese di realizzazione delle opere pari a oltre 3 milioni di euro. E poi bisognerà capire quali saranno gli eventi di quest’estate, a partire dal Pallio di Sant’Agapito, ancora una volta a rischio. Da oggi si rimette in moto la macchina amministrativa per dare alla città di Palestrina le risposte che merita.

??RESTA SEMPRE AGGIORNATO: CLICCA MI PIACE ALLA PAGINA MONTI PRENESTINI QUI SOTTO??