Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Palestrina, anestesista al mattino e pusher alla sera: arrestato 47enne

Dalla sala operatoria allo spaccio di hashish e crack. La storia può ricordare quella di Walter White per la doppia vita in incognito condotta, proprio come Heisenberg in Breaking Bad: stimato anestesista ospedaliero al policlinico Tor Vergata di Roma, ma anche spacciatore di hashish e crack, vicino a uomini della criminalità di Tor Bella Monaca.


L’uomo, un 47enne medico al policlinico di Tor Vergata, come riporta anche Repubblica, è stato scoperto a Palestrina, con una coppia di italiani in mezzo una notevole quantità d’hashish e crack. Più di sei chili di sostanze scoperte e sequestrate complessivamente dagli agenti del commissariato Romanina, zona sud est della Capitale.

Nella casa di Palestrina aveva hashish e crack, soldi in contanti e l’occorrente per confezionare dosi. Ma lo spaccio era il suo secondo lavoro sul quale non ha fornito alcun particolare.

Oltre alla mole di droga, a far sospettare dei traffici illeciti del medico, è stato il ritrovamento da parte della polizia anche un bilancino di precisione, di 485 euro in contanti e di un coltello a lama retraibile ancora sporco droga sul divano del salone.

Poco distante dal sofà poi, nascosta in una pochette, gli investigatori hanno trovato anche la chiave di un’auto, nascondiglio di qualche altro chilo di hashish. Insomma una vera centrale di spaccio a casa di un uomo insospettabile, sul quale stanno adesso indagando gli uomini del commissariato Romanina per capire connessioni e contatti. La coppia di italiani scoperti in casa con l’anestesista, di rispettivamente 56 e 53 anni, potrebbe essere cliente abituale dell’arrestato, ma sul punto rimangono ancora necessari approfondimenti della questura.
L’assessore alla Sanità Alessio D’Amato ha sottolineato che “il policlinico Tor Vergata che ha collaborato alle indagini sul medico libero professionista indiziato per spaccio, ha fatto sapere che segnalerà il caso all’ordine dei medici per le opportune valutazioni fino alla radiazione”. “Se le contestazioni saranno acclarate è incompatibile la permanenza all’ordine di chi tradisce il giuramento di Ippocrate”, ha aggiunto l’assessore.

(Foto d’archivio)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: