Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer vitae adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget ut, dolor. Aenean massa. Cum sociis pretium qui asem. Nulla consequat massa quis.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Palestrina, domani inaugura la Biblioteca Fantoniana. La storia “travagliata” dell’edificio


Da “ammazzatora” a luogo moderno e accogliente che si apre ai giovani. Domani il taglio del nastro

Domani Sabato 10 Ottobre 2020, verrà inaugurata la nuova sede della Biblioteca Comunale Fantoniana di Via Madonna dell’Aquila.

Purtroppo stiamo vivendo un periodo unico nel suo genere, quindi a causa delle restrizioni dovute all’emergenza epidemiologica COVID-19, l’evento si svolgerà alla presenza di un numero molto ristretto di persone. In futuro, l’Amministrazione Comunale si riserva di organizzare altre importanti iniziative al fine di rendere fruibile al maggior numero di Cittadini questa importante realtà culturale.

All’interno dei 300 metri quadri dell’ex Mattatoio sono state realizzate 4 sale tematiche, un atrio di ingresso, sale fotocopie, guardaroba e un’area multimediale dedicata ai ragazzi. A questi spazi si sono aggiunti una sala conferenze ed uffici amministrativi.

UNA STORIA TRAVAGLIATA

Come la biblioteca Fantoniana, anche il mattatoio, edificio che la ospita, non ebbe vita facile nel territorio comunale. Come si legge nel libro Fotografie e storie della gente di Palestrina 1850-1950 di Peppino Tomassi ci vollero almeno due anni per la scelta definitiva del terreno. 

Agli inizi del ‘900 a Palestrina mancava un macello nazionale. “Quello di vicolo del Macello – si legge nel libro di Tomassi – era diventato insufficiente per le esigenze della città e nel 1907 si dà l’incarico agli ingegneri Antonio Clementi e Luigi Parmigiani di progettarne uno nuovo. Si chiede un mutuo alla cassa depositi e Prestiti di L. 45.300. Il terreno adatto è quello di Ciprari Agapito in località Sabatuccio che viene dichiarato di pubblica utilità ma il Ciprari non lo vuoi cedere. L’anno seguente si sceglie una nuova area e questa volta i proprietari acconsentono all’esproprio: il terreno è in via Madonna dell’Aquila e verrà pagato in totale L. 6.900”. 

METTI MI PIACE PER CONTINUARE A SEGUIRCI

9 Ottobre 2020
Carchitti, la “banda del cimitero” ha colpito ancora
9 Ottobre 2020
Palestrina, chiude per un mese via Alcide De Gasperi. Ecco cosa cambia da lunedì

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *