Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Palestrina, in 9 si dimettono in Consiglio: finisce l’era Moretti

a cura della redazione

 

Una notizia che era nell’aria da un anno e che si è tramutata in una crisi insanabile subito dopo il voto per le Regionali. Questa mattina nove consiglieri comunali di Palestrina (7 di maggioranza e 3 di opposizione) hanno protocollato le proprie dimissioni in Consiglio comunale.

Un atto che decreta automaticamente l’azzeramento degli organi amministrativi e l’arrivo contestuale di un commissario straordinario.

A Colle Martino

Dopo 4 anni finisce così l’era del sindaco Mario Moretti, sindaco di centrodestra eletto nel 2019 dopo il ballottaggio.

Una crisi tutta interna alla maggioranza che si è aggravata nella campagna elettorale per le Regionali e che è diventata insanabile dopo la cacciata dell’assessora Lorella Federici, ago della bilancia alle passate elezioni.

Alla fine 4 consiglieri della Lega (Briccetti, De Rose, Stazi e Mancini) e due di Bella Palestrina (Ludovico Rosicarelli e Laura Rosicarelli) hanno gettato la spugna. A loro si sono uniti 3 consiglieri di opposizione (Manuel Magliocchetti, Giorgio Marcellitto e Matteo Petronzi) che hanno decretato così la fine dell’Amministrazione.

Ora Palestrina si prepara a un anno di commissariamento prima dell’indizione di nuove elezioni. È scaduto infatti lo scorso 24 febbraio il tempo utile per andare al voto nella prossima primavera.

Il “congedo” del sindaco

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: