Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Palestrina, infermieri in malattia: stop a Covid 60


I chiarimenti del direttore generale a Monti Prenestini

A Monti Prenestini il direttore generale dell’Asl Roma 5 chiarisce il motivo della momentanea sospensione della cosiddetta fase 2 del Covid 60 al Coniugi Bernardini, annunciata attraverso una nota stampa (LEGGI QUI).

“Il motivo è semplice – spiega il dg – manca il personale. Negli ultimi quindici giorni si è verificata una massiccia richiesta di malattie che hanno portato a un’assenza di oltre 30 infermieri. È un numero importante, che provvederemo a rimpiazzare, ma è chiaro che c’è una difficoltà. Stiamo monitorando la situazione”.

ordini anche WhatsApp al 3383536840 

L’Asl Roma 5 ha annunciato anche provvedimenti disciplinari. “Verificheremo se esistono naturalmente i presupposti, ma è chiaro che dopo l’annuncio sia accaduto qualcosa”.

C’è staccata un’organizzazione di gruppo? “Non ci sbilanciamo, perchè ci sono verifiche in corso”. “Ho potuto constatare personalmente con rammarico ma anche con irritazione, la difficoltà del personale rimasto in servizio, che sta lavorando con grande senso di responsabilità e professionalità e a cui va grande apprezzamento. Ho quindi immediatamente dato disposizione di rimpiazzare gli operatori assenti”.

A oggi sono due i dipendenti del Coniugi Bernardini risultati positivi al Coronavirus, ma i contagi non sarebbero avvenuti in ospedale.

“Questo non possiamo dirlo. Il nostro dovere comunque è quello di garantire la massima sicurezza degli operatori sanitari ed è quello che abbiamo fatto finora con la dotazione di tutti i dispositivi di sicurezza e la creazione di percorsi interni ad hoc. Inoltre – aggiunge – abbiamo disposto tamponi per tutti gli operatori. La situazione è monitorata costantemente da un gruppo di esperti, che hanno provveduto anche a formare il personale. Palestrina sta dando finora una grande prova di responsabilità e professionalità – aggiunge Santonocito – e sono sicuro che continuerà a dare il suo grande contribuito a questa battaglia”.

A oggi sono una trentina le persone ricoverate al Coniugi Bernardini per Coronavirus, nessuno in terapia intensiva.

Nessun commento sulla vicenda finora da parte dei sindacati.

SEGUI GLI AGGIORNAMENTI SUL CORONAVIRUS METTI MI PIACE