Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Palestrina ricorda i tre valorosi combattenti russi

Oggi la città di Palestrina ha ricordato i tre valorosi combattenti russi, Nicolay, Anatoly e Vassily, uccisi in uno scontro a fuoco nelle campagne di Palestrina durante la Seconda Guerra Mondiale.

Erano soltanto tre, ma la loro esperienza nella lotta al nazismo in Russia, è stato un elemento prezioso nel percorso della pace in Italia, in un territorio tra i più colpiti dell’intera nazione. Vassilj, Anatolj e Nicolaj, questi i nomi dei russi caduti in combattimento, erano giovanissimi come gli altri diciotto connazionali di cui è vivo il ricordo nella popolazione prenestina.

Un rapporto che si è tramutato in alcuni casi in vere e proprie amicizie, per il coraggio mostrato e per il rispetto mantenuto nei confronti della popolazione civile.
Alla commemorazione di oggi hanno partecipato i rappresentanti delle forze dell’ordine locale, una delegazione russa, il commissario prefettizio e il candidato sindaco della città Manuel Magliocchetti.