Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

Palestrina, tra pony e orto: la terapia assistita che piace a circa 60 giovanissimi


Il Progetto denominato ‘My Pony Farm coinvolge bambini e ragazzi dai 3 ai 16 anni dei Comuni di Labico, Castel San Pietro e San Cesareo

Sono circa sessanta i giovanissimi di età compresa fra i 3 e i 16 anni, impiegati presso l’Azienda Agricola Damigelli di Palestrina in un percorso di terapia assistita con i pony e di ortoterapia, utile per un affiancamento e un supporto alle terapie mediche, psicologiche e riabilitative finalizzate a migliorare le condizioni di salute e le funzioni sociali, emotive e cognitive dei soggetti interessati.

Il Progetto denominato ‘My Pony Farm’, è un percorso di cooperazione per realizzare attività di terapia assistita per ragazzi e ragazze dei Comuni di Labico, Castel San Pietro Romano e il Comune di San Cesareo. A raccontarci il progetto – finanziato dal #GAL attraverso la Tipologia di operazione 19.2.1 16.9.1- Diversificazione agricola in attività sanitarie, di integrazione sociale, agricoltura per comunità e/o educazione ambientale/alimentare – sono Benedetto Paris, Assessore alle Politiche sociali e Attività produttive del Comune di Labico, Alessia Morici, Operatrice territoriale del CSV Lazio – Casa del volontariato dei castelli romani e prenestini – Ente socio del #GAL e le operatrici della Cooperativa sociale #IlMelograno.

Il progetto My Pony Farm è uno dei fiori all’occhiello delle politiche sociali del nostro comune. Grazie ai fondi del GAL Castelli Romani e Monti Prenestini, 50.000 euro per due annualità, offriamo una importante attività terapeutica a sessanta bambini e bambine di Labico e di San Cesareo e Castel San Pietro Romano. Grazie all’Azienda Agricola Damigelli ed alla Cooperativa il Melograno il progetto di sta rivelando un vero successo, con grande apprezzamento delle famiglie.L’agricoltura, il territorio, possono avere un valore centrale per la nostra comunità, non solo produttivo e ricettivo, ma anche sociale e questa è stata la scommessa del GAL che noi abbiamo voluto raccogliere!

L’assessore, Benedetto Paris Il Sindaco, Danilo Giovannoli