Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Pensionato ucciso a Guidonia: spunta la pista dell’uomo in mimetica

A San Cesareo - scopri di più

E’ ancora avvolta nel mistero la morte di un pensionato di Guidonia, avvenuta mercoledì 6 aprile 2022. L’uomo, di 86 anni, è stato ritrovato senza vita dalla badante all’interno della sua abitazione. La donna che lo accudiva dice si essere uscita a fare la spesa e al ritorno, dopo aver citofonato invano per farsi aprire, ha contattato la figlia e il genero dell’uomo. I due giunti sul posto hanno aperto la porta dell’abitazione, chiusa all’interno con due mandate, e fatto lo sconcertante ritrovamento. L’uomo presenta diverse ferite da arma da taglio ma spetterà all’autopsia se è deceduto a seguito dei colpi inferti o a seguito di un attacco di cuore.

Sul posto sono subito sopraggiunti gli agenti del commissariato di zona, quelli della Squadra Mobile, della Polizia Scientifica, insieme al Pubblico Ministero di turno della Procura di Tivoli e al medico legale.

LA TESTIMONIANZA DEL PORTIERE

La svolta delle indagini potrebbe giungere nelle prossime ore. A giocare un ruolo fondamentale la testimonianza del portiere del complesso residenziale dello stabile dove viveva l’anziano, che avrebbe indicato agli inquirenti la presenza di un uomo in mimetica aggirarsi nei dintorni della palazzina nelle ore in cui sarebbe avvenuto l’omicidio dell’anziano. Al vaglio delle forze dell’ordine le immagini girate dalle telecamere di videosorveglianza presenti in zona.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: