Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Performances, arte e creatività: a Zagarolo la “notte dei makers”

Lazio Innova con il FabLab Lazio, il laboratorio per l’artigianato digitale e la stampa 3D della Regione Lazio, ha partecipato come partner alla Biennale MArteLive 2022, il più grande festival multidisciplinare diffuso d’Europa.

Nel corso della manifestazione, il 21 ottobre, presso la sede dello Spazio Attivo di Roma Casilina, artisti e makers del circuito FabLab e di Scuderie MArteLive hanno dato vita a nuove forme di collaborazione e si è potuto assistere alle proiezioni di opere di videoarte dei finalisti del Concorso Nazionale MArteLive.

In occasione della Biennale, inoltre, Lazio Innova ha indetto il Premio speciale FAbLab Lazio per 8 diverse categorie del contest MArteLive 2020-2022: Pittura, Scultura, Illustrazione e Grafica, Fotografia, Videoarte, Street Art, Artigianato e Moda. Ciascun vincitore di categoria avrà in premio 2000 €, di cui 1000 € assegnati all’artista in denaro e 1000 € spendibili dall’artista vincitore nell’acquisto di uno dei pacchetti di servizi di comunicazione presenti all’interno del listino MArtePlus per la propria promozione.

I vincitori del Premio FabLab Lazio saranno premiati il 16 dicembre presso lo Spazio Attivo LOIC di Zagarolo all’interno di Palazzo Rospigliosi in piazza dell’Indipendenza nel corso de La notte dei Makers, un evento speciale che vede coinvolti anche gli Spazi Attivi e i FabLab di Rieti, Viterbo, Bracciano, in cui si alterneranno esposizioni artistiche, workshop per la fabbricazione digitale, visite guidate, numerose performance e dj set, oltre a un rinfresco per gli ospiti (per il programma dettagliato, ulteriori informazioni in calce).

Peculiarità degli Spazi Attivi e dei FabLab di Lazio Innova è la possibilità, per qualsiasi artista lo volesse, di usufruire gratuitamente delle strumentazioni digitali atte alla creazione artistica; obiettivo di questi spazi, infatti, è promuovere la cooperazione, la condivisione, il networking e il costante aggiornamento tra persone accomunate dalla passione per l’innovazione tecnologica.

Dalle 18.30 alle 22, dunque, in tutti gli Spazi Attivi e nei FabLab si avrà la possibilità di entrare in contatto con la creatività di artisti e makers sia locali sia appartenenti alle Scuderie MArteLive, secondo un dettagliato programma di attività.

Lo Spazio Attivo LOIC di Zagarolo – all’interno di Palazzo Rospigliosi in piazza dell’Indipendenza – sarà la sede, alle 19, delle esposizioni e della premiazione dei vincitori del Premio FabLab Lazio per 7 categorie del contest MArteLive 2020-2022.

Federica Zianni, vincitrice della sezione Scultura, presenterà il progetto Black Cocoons, masse di schiuma poliuretanica completamente ricoperte di camere d’aria intrecciate a forma di bozzoli; Fatma Ibrahimi, vincitrice della sezione Illustrazione e grafica, invece, porterà il suo progetto Giardini, in cui creature vegetali, animali e meccaniche sono la dimostrazione dell’ibridarsi della natura con l’artefatto umano. La vincitrice della sezione Fotografia, Ersilia Tarullo, sarà presente col suo progetto Un ricordo da me, un’indagine sull’ evoluzione e sulla metamorfosi di una tradizione fotografica familiare iniziata nel 1950 e condivisa da tre generazioni.

Dare spazio e dignità all’imperfezione è invece il fulcro del progetto Clay Notes della vincitrice della sezione Artigianato, Carla Lupattelli, in cui i corpi non perfetti d’argilla delle sue “Acrombale”, bambole decorative ispirate al mondo del circo e dell’acrobatica aerea, restituiscono l’armoniosità e la bellezza dei movimenti che rappresentano.

Un’accezione genderless dallo stile Urban Jungle, in un gioco di consistenze, stampe 3D e ricami preziosi è ciò che caratterizza la Capsule Collection Evolution della vincitrice della sezione Moda, Beatrice Bocci, mentre un linguaggio che utilizza forme sintetiche e composizioni chiare al confine tra la figurazione e l’astrazione è quello utilizzato dalla vincitrice della sezione Street Art, Alice Lotti.

Listen To Nature, il progetto di Francesco Misceo vincitore della sezione Videoarte, infine, vuole riconnettere le persone con la natura in un momento in cui la biodiversità del nostro pianeta sta affrontando enormi minacce; per esaltare questo messaggio, l’artista ha utilizzato nuove tecniche digitali emergenti, come la generative art e il creative coding, riuscendo a dare vita a una vera e propria fusione tra corpo e natura.

Dopo la premiazione dei vincitori, l’artista Irene Croce (proveniente dalle Scuderie MArteLive) si esibirà con lo spettacolo Assolo, una performance di verticalismo e danza contemporanea. A cura di Scuderie MArteLive, inoltre, vi saranno performance di circo contemporaneo presso la sede di Bracciano (Mariano Fiore realizzerà uno spettacolo di giocoleria) e Rieti (estratto dello spettacolo di contorsionismo e giocoleria Libertà di Silvia Grossi).

Nella sede del FabLab Lazio di Viterbo (via Faul, 20/22) sarà invece premiato il vincitore del contest MArteLive per la sezione Pittura, Aleksandar Stamenov, le cui opere si caratterizzano per il tratto unico e suggestivo. Per l’occasione, l’artista, oltre a esporre i suoi lavori, si esibirà in una performance di live painting.

La notte dei makers, nato dalla collaborazione tra Procult e gli Spazi Attivi e il FabLab Lazio di Lazio Innova sarà dunque ulteriore occasione d’incontro tra le discipline artistiche e la fabbricazione digitale, oltre che di animazione, promozione e coinvolgimento di nuova utenza per gli Spazi Attivi e i FabLab, continuando a perseguire i valori della condivisione e dell’affiancamento di talenti e conoscenze.

La notte dei Makers è un progetto ideato e diretto da Giuseppe Casa, curato da Nadia Di Mastropietro e facente parte della Biennale MArteLive.