Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Poli, gli 80 anni del cardinale Vallini: gli auguri del paese


La telefonata del sindaco a Sua Eminenza. I ricordi del paese

Il cardinale Agostino Vallini, Vicario generale emerito di Roma, compie 80 anni. Il Prefetto emerito del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, è nato a Poli il 17 aprile del 1940 dove suo padre, maresciallo dei carabinieri, di origini toscane, prestava servizio.

Il Sindaco, questa mattina, ha telefonato a Sua Eminenza per porgere gli auguri a nome suo e per conto di tutti i polesi.

“E’ stato un colloquio lungo – ha confessato il Sindaco – e la telefonata lo ha colto di sorpresa. Gli è giunta inaspettata e ha molto gradito”. Il cardinale, che ha collaborato da vicino con San Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e oggi con Papa Francesco, “ha rievocato con affetto – prosegue il Sindaco – il tempo trascorso a Poli. Ricorda il nostro paese nelle Sue preghiere, soprattutto in questa fase difficile e complicata che sta attraversando l’Italia”.

SCOPRI DI PIÙ


Scoppiata la guerra, il padre fu arrestato dai tedeschi e deportato in Germania: fu così che la mamma, insieme con i due figli, il piccolo Agostino ed una sorella più grande di lui, ritornò al suo paese, Corchiano (Viterbo) dove il futuro Cardinale ha frequentato le scuole elementari e l’itinerario dell’iniziazione cristiana. Finita la guerra, la famiglia poté ricomporsi e nel 1949 si trasferì prima a Caserta poi, nel 1951, a Napoli, dove il babbo fu inviato per servizio.

La morte della mamma nel 1952 segna profondamente la vita del futuro, alto Prelato.

Sua Santità Benedetto XVI lo crea cardinale nel Concistoro del 24 marzo 2006 e il 27 giugno 2008 lo nomina Suo Vicario Generale per la diocesi di Roma, dove succede al cardinale Camillo Ruini.

Il 18 maggio 2013 Papa Francesco lo conferma nell’ufficio, mantenendolo nell’incarico sino al 26 maggio 2017, più di biennio oltre il limite canonico dei 75 anni. Il 4 novembre del 2017 poi lo nomina Legato Pontificio per le Basiliche di San Francesco e di Santa Maria degli Angeli in Assisi.