Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Poli, una coperta contro la violenza sulle donne


Sarà realizzata entro il 25 novembre, grazie al contributo di quanti vorranno partecipare creando dei quadrotti di lana, cuciti insieme con un filo rosso

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, l’Amministrazione comunale presenta il laboratorio “Ferri e uncinetto”, nell’ambito del Progetto “Donna è…”, con l’obiettivo di realizzare una coperta rossa “per combattere la violenza costruendo relazione”. “L’obiettivo del progetto d’arte collaborativa – spiega la vicesindaca Barbara Cascioliconsiste nel creare un’installazione collettiva fatta da tantissimi quadrotti di lana per ribadire il no di tutte noi alla violenza sulle donne”.



Ciascuna potrà realizzare il proprio pezzetto di coperta personalizzato (di cm 30×30, uniti insieme da un filo rosso) con gli avanzi di lana di cui si dispone, lavorando ai ferri o all’uncinetto, a casa da sole o in compagnia. Per chi decidesse di operare in autonomia, potrà poi consegnare i quadrotti presso la sede comunale, riponendoli nei cesti posti all’interno della Sala consigliare, durante gli orari di apertura degli uffici, consultabili sul sito istituzionale.
Chi, invece, vorrà partecipare al Laboratorio, allestito nei locali della biblioteca comunale, potrà farlo nelle giornate di mercoledì e venerdì, dalle ore 17:00 alle ore 18:00, a partire dal 28 ottobre prossimo.

“Non si tratta di un semplice lavoro a maglia – chiarisce Beatrice Giubilei, Presidente della Commissione cultura – ma di un’azione di condivisione e di consapevolezza. Lavorare ai ferri o all’uncinetto diventa lo strumento per riflettere sulla donna e contro la violenza. Che cos’è, infatti, un “lavoro a maglia” se non il frutto di quella lenta, paziente tessitura del reale che è l’esatto contrario della violenza?”.

“Coprire, inoltre, – conclude il consigliere Marianna Sgrulletta, con delega alle Politiche sociali – significa “prendersi cura”, mentre i gomitoli, che escono dalle quattro mura domestiche e scendono in piazza, sono un simbolo per dichiarare la consapevolezza delle donne e del loro essere insieme, ma deve soprattutto manifestare la voglia di cambiare le cose”.

La coperta, da realizzare entro il 25 novembre, verrà donata al Centro Antiviolenza di Tivoli “La Sibilla”.

Per informazioni, inviare una mail a info@comune.poli.rm.it

CLICCA SUL BANNER PER L’OFFERTA
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: