Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

“Porno, algoritmi e tordi matti”, al Wiki hostel un viaggio ero-gastronomico per capire le insidie della “rete”


Domani a Zagarolo la cena e il dibattito sul progetto pornhub.tracking.exposed

Una cena ed un dibattito aperto su pornografia, tecnologia e diritti digitali. Si presenta con questo curioso mix di contenuti “Porno, algoritmi e tordi matti”, l’evento sperimentale in programma domani a partire dalle 19 (accoglienza fino alle 20,30) presso il Wiki Hostel di Zagarolo. Sarà un viaggio “ero-gastronomico” insieme agli ospiti del Green Village, a ricercatori ed esperti dei diritti in rete, per scoprire da vicino e in maniera originale il progetto pornhub.tracking.exposed.

IL PROGETTO

Pornhub.tracking.exposed è il nuovo sistema realizzato per analizzare l’algoritmo che sceglie quali video vengono preferiti dal più popolare sito per adulti. 

Oggi dietro ogni sito porno c’è un colosso tech a cui milioni di utenti regalano un sacco di informazioni sulle loro fantasie più intime. Se guardiamo la storia di internet, dalle BBS ai Tube Sites, ora dobbiamo parlare di algoritmi perchè sono loro a scegliere i contenuti che ci vengono serviti.

Dalla moda al cibo, come utenti siamo tracciati in ogni nostra azione che facciamo. Anche il tordo matto, celebre prodotto tipico di Zagarolo, può essere il risultato di un algoritmo. Se un sito raccoglie abbastanza dati, può creare una sorta di impronta digitale con cui è possibile distinguere un visitatore dall’altro. L’impronta può essere usata per tracciare gli utenti nel tempo e da un sito all’altro, persino per creare un profilo pubblicitario personalizzato per ognuno. Grazie a pornhub.tracking.exposed è possibile confrontare su ciascun utente quali video o prodotti vengono suggeriti: in questo modo “si spezza” l’esperienza individuale e si crea la possibilità di confrontarsi con altri utenti attraverso un nuovo orizzonte.

La consapevolezza diventa in questo modo la prima arma per capire la Rete e difenderci dalla sue insidie. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: