Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Premi a La Dea Fortuna e Pinocchio: c’era anche un pezzo dei Monti Prenestini ai David di Donatello


Riconoscimenti per i due film girati a Palestrina e Poli

C’era anche un pezzetto dei Monti Prenestini alla premiazione per i David di Donatello di ieri sera, in un’edizione particolare dove la premiazione è stata effettuata in via telematica.

Ottimo risultato per Pinocchio, girato a Villa Catena a Poli, che si è aggiudicato 5 premi tecnici.

A La Dea Fortuna, film a tematica LGBT di Ferzan Özpetek, girato a Palestrina, sono andati due riconoscimenti: il brano “Che vita meravigliosa” di Diodato – già vincitore di Sanremo 2020 – è stato premiato come miglior canzone originale, mentre Jasmine Trinca si è aggiudicata il premio come miglior attrice protagonista, nel ruolo di Annamaria.

Diodato ha ringraziato il regista in un post Instagram: «Due delle più grandi passioni della mia vita si sono incontrate di nuovo e mi hanno regalato questa emozione, questa gratitudine. E nel manifestarla, non posso che partire da Ferzan Ozpetek, che ringrazio non solo per avermi permesso di posare le mie note e le mie parole sulle sue immagini, ma per tutto il suo cinema, per tutta la sua passione, per quel fuoco e quello sguardo sulla vita che da sempre mi ispira».

«Non posso non pensare a Ferzan Ozpetek, a Edoardo Leo e a Stefano Accorsi» ha affermato Jasmine Trinca durante il collegamento, nel corso del quale ha abbracciato sua figlia, dedicandole il premio appena vinto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: