Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Premio Willy Monteiro Duarte, al via la presentazione delle candidature

a cura della redazione

 

Il 6 settembre del 2020 l’Italia intera è rimasta sconvolta per la morte di Willy Monteiro Duarte, 21enne di origine capoverdiana, ucciso a Colleferro. L’omicidio, per il quale sono stati condannati all’ergastolo i fratelli Gabriele e Marco Bianchi, a 23 anni Francesco Belleggia e a 21 anni Mario Pincarelli, aveva acceso il dibattito sul problema delle violenze notturne, tanto da nominare “Daspo Willy” il provvedimento di Roma Capitale per arginare questo fenomeno. Per non dimenticare quei fatti affinché siano un insegnamento per le giovani generazioni, la Regione Lazio ha deciso di istituire il premio “Willy Monteiro Duarte”, giunto alla sua seconda edizione.

Premio Willy Monteiro Duarte

La Pisana ha pubblicato un bando, del valore di 50 mila euro, destinato al finanziamento di progetti tesi a contrastare il fenomeno della violenza nei confronti degli adolescenti, nonché qualsiasi forma di violazione della dignità della persona umana. Il premio è destinato agli studenti iscritti alle scuole secondarie di secondo grado, statali e paritarie, e alle strutture del sistema educativo regionale dell’istruzione e formazione professionale.

Le scuole del Lazio potranno presentare fino a due progetti ciascuna. Ogni lavoro dovrà essere caratterizzato da un approccio interattivo, che favorisca il protagonismo degli studenti nella partecipazione e nelle proposte. Tramite la presentazione di elaborati scritti, audio visivi, artistici e musicali, si dovranno esprimere concetti ed azioni utili a sensibilizzare gli studenti e la cittadinanza contro ogni forma di aggressione e di violenza psichica, verbale, fisica e sessuale.

 

Le categorie

Come anticipato, gli studenti potranno lavorare a quattro categorie di progetti: elaborati scritti, come racconti poesie e saggi; materiale audiovisivo, con videoclip, sport o cortometraggi; creazioni artistiche, come disegni, dipinti, fotografie e fumetti; prodotti musicali di qualsiasi genere. Per ognuna di queste categorie, verrà assegnato un premio di 5 mila euro, che potrà essere utilizzato per l’acquisto, ad esempio, di materiale didattico.  Le scuole, inoltre, potranno chiedere la collaborazione di soggetti pubblici o privati presenti nel territorio di riferimento.

Nell’avviso si sottolinea la preoccupazione per “la crescente diffusione e gravità dei comportamenti violenti tra i più giovani”.  L’avviso pubblico, inoltre, rientra nel più ampio lavoro che la Regione sta portando avanti per la prevenzione e la sensibilizzazione in materia di violenza, bullismo e inclusione sociale, per fare in modo che, in futuro, non si ripeta più una storia tragica come quella di Willy.