Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Prese, fili e interruttori a basso costo: asiatici nei guai. Scoperto capannone

a cura della redazione

 

La Polizia di Roma Capitale, congiuntamente a quella di Milano e Tivoli, ha posto sotto sequestro materiale elettrico pericoloso. L’attività è nata a Milano, dove il Reparto GOAC (Gruppo Operativo Anti Contraffazione) ha trovato presso un esercizio commerciale, gestito da asiatici, materiali non conformi alle normative di sicurezza. Ne è scaturita un’intensa attività d’ indagine, che si è conclusa venerdì scorso, quando le Polizie Locali di Roma, Milano e Tivoli hanno effettuato una perquisizione presso un capannone industriale, trovando portalampade, adattatori, spine e multi presa non conformi e a rischio per la pubblica incolumità. Tutti gli articoli sono stati posti sotto sequestrato e il titolare è stato denunciato per violazioni alle normative per la tutela del consumatore.

a Zagarolo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: