Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Prima travolge un ciclista, poi denuncia il furto dell’auto: l’incredibile caso

a cura della redazione

 

Ha travolto un ciclista che stava pedalando sulla Tiburtina e poi è scappato, lasciandolo a terra senza aiutarlo né chiamare i soccorsi. Poi si è presentato in commissariato non per autodenunciarsi, ma per denunciare un fantomatico furto dell’auto che stava guidando.

a Zagarolo

L’incidente è avvenuto la mattina di sabato a Tivoli, all’altezza di Villa Adriana, e al volante dell’auto che ha investito il ciclista – un uomo di 56 anni di Roma – c’era un ragazzo di 26 anni residente proprio a Tivoli. L’impatto all’altezza del km 28,300, e l’auto si è dileguata immediatamente. Quando sono arrivati i soccorsi, le condizioni del ciclista erano talmente grave da rendere necessario il trasporto in eliambulanza al Policlinico Umberto I. 

Sul posto per i rilievi la polizia locale di Tivoli, che si è subito attivata per ricostruire la dinamica e rintracciare l’auto pirata, descritta come una Panda rossa, acquisendo diverse testimonianze e diffondendo una nota di ricerca anche alle altre forze di polizia. Proprio sulla base dei dati, è stato possibile rintracciare il conducente della Panda rossa, individuato in un ragazzo di Tivoli di 26 anni che poco dopo l’incidente si era presentato al commissariato Tivoli per sporgere denuncia di furto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: