Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Pugile trovato morto sul balcone di casa: lutto nel mondo della boxe

a cura della redazione

 

Lutto nel mondo del pugilato italiano. L’atleta romano Marco dell’Uomo, 56 anni, è stato trovato morto nella mattinata di martedì 20 dicembre. A dare l’allarme alcuni vicini di casa. Sul posto, intorno alle undici, il personale del 118 e i carabinieri di Tor Bella Monaca. L’ex boxeur è stato rinvenuto già cadavere in balcone, vicino a lui una corda. 

Secondo chi indaga, l’ipotesi è quella di un gesto estremo. Appresa la notizia, in molti si sono stretti intorno a chi conosceva Marco Dell’Uomo. La Federazione Italiana Pugilistica ha fatto un post in un suo onore, pubblicando anche una foto ricordo. 

L’ex campione di boxe, categoria pesi medi, dal 1990 fino al 2002 è stato un pugile professionista, collezionando 11 vittorie, 16 pari e 3 pareggi. Fece il suo debutto come pugile professionista nel 1990 all’età di 23 anni. Restò imbattuto per circa un anno.

Cresciuto nella periferia est di Roma, fra i quartieri Torrenova e Tor Bella Monaca, nel 2002 Dell’Uomo dopo tanti anni di sacrifici aveva raggiunto l’apice della sua carriera laureandosi campione italiano dei pesi medi all’età di 36 anni. Si guadagnava da vivere facendo l’istruttore in diverse palestre della città, in aggiunta al lavoro come security nei locali della movida romana. Da accertare i motivi del gesto estremo.