Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Regionali, rush finale per la presentazione delle liste: i nomi nel territorio prenestino

a cura della redazione

 

A poco più di un mese dalle elezioni regionali del Lazio, i partiti scaldano i motori. Tutto pronto o quasi: gli schieramenti principali hanno definito coalizioni e candidati alla presidenza – Francesco Rocca per il centrodestra, Alessio D’Amato per il centrosinistra e Donatella Bianchi per il M5s -, mancano solo le liste di quanti correranno alla carica di consigliere regionale. Liste quasi ultimate che saranno presentate ufficialmente in Tribunale a Roma il 12 e 13 gennaio. Ciascuna lista circoscrizionale deve essere composta da un numero variabile di candidati in rapporto a diversi parametri. Per la circoscrizione provincia di Roma ci saranno dai 22 ai 32 candidati, nelle province di Latina e Frosinone i candidati andranno da 4 a 6, mentre nella circoscrizione della provincia di Viterbo da 2 a 4, in quella di Rieti saranno 2. In ogni lista circoscrizionale dovrà essere rispettata la parità di genere, a pena di inammissibilità.

I candidati nel territorio prenestino

Nel territorio prenestino, il centrosinistra prosegue il suo percorso con i suoi consiglieri uscenti di spicco. Hanno riconfermato la propria ricandidatura alle regionali il vicepresidente Daniele Leodori (Zagarolo), Rodolfo Lena (Palestrina) e Eleonora Mattia (Valmontone).

Tra i nomi nuovi spunta la candidatura del sindaco di Bellegra Flavio Cera, che concorrerà per i Fratelli d’Italia. Ancora incerta, stando a indiscrezioni stampa, la candidatura del suo collega di Genazzano Alessandro Cefaro per i Socialisti.

A San Cesareo due novità sono rappresentate da Stefano Baldini e Andrea Torre, imprenditori del territorio.

A Zagarolo per la Lega spunta il nome di Marco Bonini, ex candidato per il carroccio nella città gabina.

Ritenta la sua corsa alle Regionali anche Marika Rotondi (da Palestrina) che ha firmato ieri la candidatura nelle liste di Fratelli d’Italia. 

Prima esperienza invece per Simone D’Aversa, consigliere di Cave, che ha accettato di concorrere nelle liste di Forza Italia.