Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

title-image

Blog

Rip deal, ennesima truffa in provincia: presi due uomini

Il “Rip deal”, letteralmente “affare strappato”, è un tipo di truffa nella quale alla vittima viene proposta un’operazione di cambio fraudolenta in cui i truffatori promettono una certa cifra in una valuta, in cambio di una cifra in un’altra valuta, con il miraggio di un certo guadagno come premio per l’intermediazione. Questo è quello che stavano cercando di ottenere due cittadini serbo/croati ai danni di due cittadini spagnoli nella vendita di un immobile dal valore fissato a 1.800.000,00 euro. Infatti i due hanno chiesto di innalzare il valore di vendita dell’immobile a 2.000.000,00 e riavere successivamente indietro la differenza di 200.000,00 euro in criptovaluta – valuta virtuale non rintracciabile – saltata poi grazie al tempestivo intervento degli agenti di Roma. 

a Zagarolo

I poliziotti infatti avendo notato l’incontro tra le parti avevano deciso di restare all’esterno del ristorante e di monitorare i sospettati attraverso la vetrata dell’attività. Dopo averli bloccati e controllati è emerso a carico di uno dei due indagati un mandato di arresto europeo emesso dalle autorità austriache per il reato di associazione dedita alla commissione di truffe, che è stato quindi eseguito.

Entrambi i soggetti, indagati in stato di libertà per tentata truffa, continuata in concorso, aggravata dal fatto di aver cagionato alla persona offesa un danno economico di rilevante entità, indossavano al polso orologi di un famoso marchio dal valore di 50.000 euro che venivano prontamente sequestrati per poterne accertare la provenienza. Ad ogni modo tutti gli indagati sono da ritenere presunti innocenti, in considerazione dell’attuale fase del procedimento, ovvero quella delle indagini preliminari, fino a un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.