Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Post più letti

Iscriviti alla newsletter
[contact-form-7 404 "Non trovato"]

San Cesareo, cluster in un asilo: ma (quasi) nessuno va a fare il tampone


Il Covid viaggia veloce in una scuola dell’Infanzia. Il sindaco: “Le famiglie collaborino, siamo in emergenza”

Decine di casi positivi, lezioni rinviate e numerose famiglie in quarantena. Quello di San Cesareo è il primo cluster della fase 4 dell’emergenza Covid. Era accaduto anche un anno fa, sempre nella stessa scuola dell’Infanzia, ma ora le famiglie e non rispondono alle convocazioni dell’Asl Roma 5 per effettuare i tamponi molecolari. Qualcuno non vuole, i più sono contrari alle modalità disposte dall’azienda sanitaria. Il risultato è che la scuola si ferma. Ad alzare la voce oggi è stato il sindaco Alessandra Sabelli, che dalle pagine social è tornato a rivolgere un appello a tutti.

“Con riferimento allo screening straordinario pianificato dalla Asl Roma 5, a seguito dei numerosi casi di covid tra la popolazione scolastica, il referente del Servizio di Igiene Pubblica riferisce che, finora neppure il 30% dei convocati si è presentato ad effettuare il tampone molecolare.Questo dato così basso di partecipazione ci lascia davvero tutti perplessi – dichiara il Sindaco Alessandra Sabelli – e vanifica tutti gli sforzi fatti sinora dalla Comunità ed il sacrificio di tutti coloro che hanno lottato contro questo virus.Negli ultimi mesi abbiamo recuperato un po’ di normalità, ma il covid-19 non è affatto sconfitto, siamo destinati a conviverci ancora e la prevenzione, come lo screening e le piccole norme di igienizzazione continuano ad essere lo strumento più efficace per evitare il contagio.Esorto pertanto tutti i convocati a presentarsi allo screening come da programma della Asl.Grazie a tutti per la collaborazione”.