Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

San Cesareo: rinvenuto alveare di 2mq nell’intercapedine di un palazzo


Ci sono volute ore per rimuovere i favi e recuperare circa 60mila api

Un intervento di routine per i tecnici della SOS Api, ma che ha tenuto per ore con il fiato sospeso i condomini di un palazzo situato in piazza Giulio Cesare a San Cesareo.

La presenza continua di api, che entravano negli appartamenti era diventata davvero preoccupante negli ultimi tempi. La convinzione di tutti era che le api si fossero annidate nella canna fumaria dello stabile invece grazie a particolari strumenti elettronici e fotoscanner i tecnici hanno individuato l’alveare in un’intercapedine.

Dopo aver rotto il muro è venuto alla luce il grande alveare di circa 2 mq per un peso complessivo di 100 kg tra favi, cera e miele. Dal colore scuro della cera gli esperti hanno stabilito che si trattava di un “alveare storico” di almeno 4 anni d’età.

Con grande cura le api sono state prelevate e trasferite in un apiario di quarantena, sito a San Cesareo, dove gli insetti saranno curati da eventuali acari letali (come la varroa) e pesti che potrebbero compromettere gli alveari degli apicoltori di zona.

Una volta “guarite” le api potranno continuare la loro preziosa attività senza più spaventare i residenti del palazzo di piazza Giulio Cesare.

Oltre ad essere estremamente pericoloso tentare di rimuovere gli alveari se non si è esperti, la distruzione di uno sciame è perseguibile penalmente. Per cui è importante affidarsi sempre a degli esperti come SOS Api.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: