Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

San Cesareo, spaccio di cocaina: fermati due ventenni a bordo di un’auto a noleggio

a cura della redazione

 

I Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno eseguito una serie di controlli antidroga nelle periferie della Capitale, che hanno portato all’arresto, d’intesa con la Procura della Repubblica di Roma, di 21 persone e al sequestro di migliaia di dosi di sostanze stupefacenti – tra cocaina, crack, marijuana e hashish.

a San Cesareo

Nel popoloso quartiere di San Basilio, i Carabinieri della Compagnia di Roma Montesacro e della locale Stazione hanno arrestato 3 uomini e una donna. Due uomini, di 25 e 29 anni, uno di origini calabresi e uno di San Cesareo, sono stati arrestati dopo essere stati fermati a bordo di un’auto a noleggio e trovati in possesso di 123,9 g di cocaina, già suddivisa in dosi. Non si esclude che i due avessero comprato le dosi da un rivenditore di San Basilio per rivenderle nel comune prenestino. In viale Kant, i Carabinieri hanno arrestato una donna a bordo di un’auto, trovata in possesso 8,3 g di cocaina, divisa in 11 involucri. In via Corinaldo è stato arrestato un 25enne che alla vista dei Carabinieri si dava alla fuga, cercando di disfarsi di una busta, poi recuperata dai militari, contenente 10 involucri di cocaina.

Tre uomini e una donna sono stati arrestati anche dai Carabinieri della Stazione di Roma Tor Tre Teste nell’area urbana del Quarticciolo. Un 20enne e una 45enne romani e un cittadino marocchino di 42 anni sono stati sorpresi ad effettuare delle distinte cessioni di droga a 3 soggetti, prelevando lo stupefacente da un nascondiglio ricavato nei pressi di un’aiuola.

a Zagarolo

Nel corso dell’ispezione del luogo di occultamento, i militari hanno recuperato complessivamente 68 dosi tra cocaina e crack. In via Manfredonia i Carabinieri hanno poi arrestato un cittadino tunisino di 20 anni, notato mentre cedeva dosi di stupefacente prelevato dall’interno di un discendente della grondaia di un palazzo; ad esito di ispezione del luogo di occultamento e di perquisizione personale, i Carabinieri hanno rinvenuto nella disponibilità dell’indagato 36 dosi di cocaina e di crack.

Un romano di 42 anni, fermato per un controllo dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Casilina in piazzale Pino Pascali, su via Palmiro Togliatti è stato arrestato in esecuzione di un ordine di esecuzione di pena detentiva, di 1 anno e 8 mesi, in regime di detenzione domiciliare, per reati inerenti agli stupefacenti. L’uomo è stato fermato mentre si trovava alla guida della propria autovettura e avendo con lui una dose di crack è stato anche segnalato quale assuntore alla locale Prefettura.

Altri 11 uomini e una donna sono stati arrestati perché gravemente indiziati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in vari luoghi della Capitale: in Largo Fratelli Lumiere dai Carabinieri della Stazione di Roma Nuovo Salario; in via Giolitti dai Carabinieri del Nucleo Roma-Scalo Termini; in via del Moro dai Carabinieri della Stazione di Roma Trastevere; all’interno del parco Pratone di Torre Spaccata dai Carabinieri della Stazione Roma Quadraro; in via della Tenuta di Torrenova dai Carabinieri della Stazione di Tor Vergata; in zona Massimina dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro; in zona San Paolo dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur; nel quartiere Garbatella dai Carabinieri della locale Stazione; in via Trompeo dai Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca e nel quartiere Esquilino dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante.

Tutti gli arresti sono stati convalidati. Si precisa che i procedimenti versano nella fase delle indagini preliminari, per cui gli indagati sono da ritenersi innocenti fino a sentenza definitiva.