Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

San Vito Romano, la svolta Green a partire dalle scuole


Il sindaco: “Abbiamo abbattuto lo spreco di circa 36.000 piatti e bicchieri di plastica ogni anno

Sono in polipropilene , privo di Bisfenolo A, resistenti agli urti ma sicuri per i bambini. Ma soprattutto sono lavabili in lavastoviglie. Si tratta delle nuove stoviglie utilizzate a scuola dai bambini dell’istituto comprensivo Garibaldi di San Vito Romano, una delle poche isole in provincia di Roma dove è avvenuta la svolta green.

Così l’Amministrazione comunale in collaborazione con le mamme e le insegnanti del piccolo centro prenestino combatte lo spreco della plastica e sensibilizza allo stesso tempo le nuove generazioni al tema della sostenibilità ambientale. L’iniziativa voluta dall’assessore alla scuola Irene Canini e dal vice sindaco Claudio Ruggeri è stata suggellata da un pranzo in mensa insieme ai bambini, a cui hanno partecipato il sindaco e gli assessori (scuola, servizi sociali e vice sindaco) e le mamme rappresentanti di classe.

Con questa iniziativa – dichiara in una nota l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Maurizio Pasquali – abbiamo abbattuto lo spreco di circa 36.000 piatti e bicchieri di plastica ogni anno. Ringraziamo le insegnanti e la direttrice dell’istituto per la preziosa collaborazione. Da oggi a San Vito Romano – continua la nota – oltre duecento bambini cambiamo il loro approccio verso il cibo contro l’uso indiscriminato della plastica. Una piccola rivoluzione che guarda all’ambiente che ci circonda e all’economia del riuso”.

Il problema principale della plastica è che è un materiale che impiega centinaia di anni per biodegradarsi: inquinando mari e terreni, provoca la morte di moltissimi animali. I materiali plastici possono spezzettarsi fino ad arrivare a dimensioni così piccole che possiamo ritrovarle persino nei nostri piatti senza che noi ce ne rendiamo conto. Per questo e per tantissime altre ragioni è importante perseguire la strada che conduce ad una società plastic free, ovvero libera dalla plastica, che mette al bando i prodotti usa e getta come bicchieri, piatti, cannucce ecc…Entro il 2021, gli obblighi imposti dall’Europa in materia di plastica entreranno in vigore, rendendo obbligatorio l’inasprimento nella lotta alla plastica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: