Un viaggio continuo alla ricerca delle radici di una terra, dei suoi valori e delle sue intime connessioni.

Scanner e immersioni, ancora nessuna notizia del signor Mario a Poli


Oggi si è conclusa la due giorni di perlustrazioni con gli uomini dei Vigili del Fuoco e del reparto sommozzatori

Proseguono senza sosta le ricerche di Mario Paolucci, l’anziano signore scomparso da Poli il 30 ottobre scorso.

Sotto il coordinamento del Dr. Roberto Leone, Prefetto Vicario di Roma, su richiesta dell’Associazione Penelope Lazio, rappresentata da Rocco Micale, oggi si è conclusa la due giorni di perlustrazioni con gli uomini dei Vigili del Fuoco e del reparto sommozzatori coadiuvati dal Maresciallo Maggiore Antonino Riccardi, Comandante della stazione dei Carabinieri di Poli. 

Sono state scandagliate le insenature, gli anfratti e i fondali del Tevere fino a Ponte Nomentano e a Ponte delle Valli con l’ausilio dello scanner D D SON 4×4, un sistema di ecoscandaglio altamente sofisticato in grado di individuare la presenza di oggetti, corpi ecc. nei fondali torbidi.

Del sig. Paolucci non si hanno notizie certe da quasi quattro mesi quando, intorno alle 15:30 circa del 30 ottobre scorso, si era allontanato da Poli prendendo il pullman che da Piazzale Orziere fa capolinea a Ponte Mammolo. Spostamento confermato dalle immagini delle telecamere dell’autobus.

Nelle intenzioni dell’83enne, secondo le ricostruzioni degli esperti e degli inquirenti, per raggiungere Roma-Montesacro, dove vive l’altra figlia.

Ma dalla signora Laura non è mai arrivato.

Sono previste nuove ricerche su località mirate.

??CONTINUA A RIMANERE INFORMATO: METTI MI PIACE ALLA NOSTRA PAGINA??